> > Bimbo di 10 anni ucciso dalla madre: era gay

Bimbo di 10 anni ucciso dalla madre: era gay

3835909 21 11926739

Aveva confessato alla mamma di essere gay: Anthony Avalon muore a soli 10 anni, malmenato e torturato.

Anthony Avalon è stato ucciso dalla mamma perchè le ha riferito di essere gay.

La donna e il fidanzato, che vivono in California, rischiano la pena di morte. Il bimbo aveva solo dieci anni quando è morto, lo scorso giugno. Il Los Angeles Times riferisce che oltre alla condanna per omicidio, i due sono stati accusati di tortura.

I retroscena dell’omicidio

Un giorno era tornato a casa e aveva fatto coming out: “Mamma, mi piacciono i maschi”. Dopo la confessione, il piccolo Anthony non ha avuto più pace, perchè è stato vittima di continui abusi.

Viveva con la mamma Heather Barron di 29 anni e il compagno di lei, Kareem Leiva di 32 anni. Prima del 21 giugno, data del decesso, il ragazzino ha passato giorni infernali: Barron e Leiva gli hanno versato della salsa piccante sul viso, provocandogli un’ustione, ma non solo, lo hanno appeso a testa giù, lasciandolo successivamente cadere. Un cattivo esempio per i fratelli di Anthony, più piccoli di lui, che vedevano la madre compiere gesti insani.

Inoltre, questi sono stati costretti a malmenarlo e pestarlo. Sul corpo del bimbo, morto in ospedale, vi erano segni di sigarette spente sul volto, ferite sulla testa e lividi. Il Times riporta che la famiglia era già stata segnalata per le ripetute violenze: viene infatti citato il rapporto del Vice Distretto della Procura, il dipartimento della contea di Los Angeles di servizi per i bambini. Tuttavia Anthony continuava a vivere con la mamma e il suo compagno.

Le conseguenze

La morte di Anthony ha fatto sì che venissero prese forti contromisure per la tutela dei minori: l’avvocato della famiglia Avalon, infatti, riferisce che dal quel momento, numerosi bambini, di età compresa tra gli 11 mesi e 12 anni , sono stati rimossi dalle case dove vivevano. Nell’attesa della sentenza definitiva, i due responsabili del decesso di Anthony si sono dichiarati non colpevoli di tutte le accuse penali.