Brasile, le incidono una svastica sul fianco: accusati supporter di Bolsonaro
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Brasile, le incidono una svastica sul fianco: accusati supporter di Bolsonaro
Esteri

Brasile, le incidono una svastica sul fianco: accusati supporter di Bolsonaro

In Brasile tre uomini hanno aggredito una ragazza, malmenandola e incidendole con un coltello una svastica sul fianco.

Aggrediscono e picchiano una ragazza di diciannove anni. Poi mentre due aggressori la tengono ferma, un terzo le incide una svastica sul fianco. L’aggressione è avvenuta lunedì otto settembre sera in una zona movimentata della capitale dello stato brasiliano di Rio Grande do Sul, Porto Alegre. Da quanto è emerso tre uomini hanno cominciato a prendersela con la ragazza mentre questa era in attesa dell’autobus nei pressi di una fermata. Gli aggressori avrebbero cominciato ad insultarla dopo aver visto la scritta sulla maglietta della diciannovenne, che riportava lo slogan “elenão!”, ossia letteralmente “lui no”. Slogan con il quale l’opposizione di sinistra sta in questi giorni manifestando in molte piazze del paese. Il riferimento è al politico di destra Jair Bolsonaro, candidato favorito al prossimo turno elettorale delle presidenziali brasiliane. Non accontentandosi di averla malmenata, gli aggressori hanno quindi deciso di inciderle sul costato una svastica.

La polizia: “inciso il simbolo buddista dell’amore”

La polizia ha aperto una indagine, ma da quanto si apprende al momento non è ancora riuscita a recuperare le registrazioni video dell’aggressione.

Ma l’ispettore incaricato di seguire il caso Paulo Cesar Jardim ha la sua idea, e non crede che si tratti affatto di una aggressione dettata da motivi politici.

Secondo l’investigatore infatti ad avere commesso il fatto sarebbero persone “Senza conoscenza della simbologia nazista”, perché – afferma in una intervista alla Bbc – “Sono andato a vedere su google, e il disegno inciso sulla ragazza è quello buddista di armonia, amore, pace e fratellanza”. E a chi gli chiede perché mai qualcuno dovrebbe incidere con un coltello il simbolo della fratellanza su una ragazza indifesa, lui risponde “non sono un indovino”.

Una opinione per nulla condivisa dall’avvocato della ragazza, secondo la quale la giovane è stata vittima di un “Atto commesso con lo scopo di intimidirla”. Secondo l’avvocato infatti “La ragazza è stata colpita fisicamente ed emotivamente, e questa aggressione ha uno sfondo indiscutibilmente politico.

Il Brasile chiamato alle presidenziali

In Brasile intanto monta la preoccupazione per la probabile prossima elezione di Bolsonaro a presidente L’uomo, ex militare entrato in politica, non ha mi fatto mistero di avere una visione xenofoba e classista, arrivando a proporre la sterilizzazione forzata per le persone più povere.

Solo 33 anni dopo la cessazione della dittatura militare nel gigante sudamericano abbiamo quindi un ex appartenente alle forze armate che ambisce al potere presidenziale, agitando nell’opposizione di sinistra ricordi di una passata dittatura. Il candidato di sinistra Fernando Haddad condanna infatti in modo deciso l’aggressione, e in un messaggio Twitter scrive che “Questa escalation di violenza deve finire. Stiamo ricevendo segnalazioni di atti violenti in tutto il paese”.

Il secondo turno delle presidenziali è in programma il 27 ottobre 2018, e secondo la maggior parte dei pronostici il candidato di destra Bolsonaro, dati i risultati della prima tornata elettorale, dovrebbe avere la vittoria in tasca.

Vedremo come evolve la situazione in uno dei paesi più grandi ed importanti dell’America del Sud, che con il suo export mantiene una importanza fondamentale sia per l’occidente che per l’oriente.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche