Bimbo fugge dal padre in aeroporto: finisce sotto i raggi X
Bimbo fugge dal padre in aeroporto: finisce sotto i raggi X
Esteri

Bimbo fugge dal padre in aeroporto: finisce sotto i raggi X

raggi x

Piccola disavventura in un aeroporto della Cina. Un bambino fugge al controllo del padre e passa assieme ai bagagli sotto la macchina dei raggi X.

Al bambino deve essere sembrano solo un gioco, non rendendosi conto che passare nel rullo dove in stazione vengono controllati i bagagli può essere molto pericoloso per la salute. Il fatto è accaduto a Xiaolan, in Cina, e la scena è stata ripresa dalle telecamere di sorveglianza dell’aeroporto.

Bambino sul rullo bagagli

Nelle immagini si vede un uomo che, dopo aver appoggiato le valigie e gli effetti personali sul rullo supera il controllo del check-in senza problemi. Subito dopo però si rigira e torna indietro. Il motivo è presto detto. L’uomo si era perso il figlio, che stava viaggiando con lui. Pochi secondi dopo il bambino esce però insieme a tutti gli altri bagagli.

Neppure la sorveglianza si era accorta di quanto stava avvenendo fino a quando i controllori hanno notato la sagoma del piccolo nel monitor dove vengono osservati ai raggi X i bagagli. Il bambino ha assorbito ovviamente una buona dose di radiazioni, ma al momento non sembra aver accusato conseguenze.

Un incidente simile era avvenuto nel 2012 anche in Italia, solo che stavolta il protagonista non è un figlio irrequieto ma un adulto probabilmente ubriaco.

Un norvegese di 36 anni infatti si era addormentato sul tapis roulant del Terminal 3 dell’aeroporto di Roma Fiumicino, lasciandosi trasportare per almeno un quarto d’ora prima che qualcuno si accorgesse che non era una valigia. Anche il quale caso l’uomo finì per essere “scansionato” ai raggi X. Per far capire la potenza delle radiazioni, il macchinario riuscì ad individuare persino gli organi interni del 36enne.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche