×

Germania, Merkel pronta a lasciare la presidenza del partito

La cancelliera tedesca Angela Merkel sarebbe disposta a lasciare la presidenza della Cdu, il suo partito, a partire da dicembre.

Germania, Angela Merkel lascia partito
Germania, Angela Merkel lascia partito

Angela Merkel sarebbe pronta a lasciare la presidenza della Cdu (Unione cristiano-democratica). Lo ha rivelato una fonte interna al partito. Dopo 18 anni, la cancelliera potrebbe lasciare la leadership a partire da dicembre. La decisione è trapelata dopo i risultati elettorali in Assia, assai deludenti per il partito che ha perso 11 punti rispetto alle urne del 2013.

La Merkel non ha però parlato di lasciare l’esecutivo, nonostante le sue precedenti affermazioni secondo cui i due ruoli – leader del governo e leader della Cdu – devono rimanere nelle mani della stessa persona. Per il partito è il momento di scegliere un nuovo leader. Il più probabile candidato alla presidenza sembra essere Friedrich Merz, ex leader dell’Unione, che si potrebbe candidare al prossimo congresso.

Le sconfitte in Assia e in Baviera

La decisione di Angela Merkel è apparsa agli occhi degli osservatori, tedeschi e internazionali, come un segno dell’indebolimento della cancelliera, tanto tra i membri del suo partito quanto a livello nazionale. La coalizione che riunisce la Cdu e l’Spd, il partito socialdemocratico, ha registrato un pesante calo nei consensi durante le elezioni in Assia. Il 14 ottobre la coalizione ha subito un’altra importante sconfitta in Baviera, dove l’Spd, storico partito leader della regione, ha perso la maggioranza nel parlamento dello Stato.

Una circostanza che non si verificava dalla seconda guerra mondiale.

All’indomani delle elezioni in Baviera, la Merkel ha ammesso che gli elettori hanno perso fiducia in lei e nella sua linea politica. Ha promesso di “fare di tutto per riguadagnarla. Lavorerò su questo con tutta la forza che ho”.

I mandati di Angela Merkel

La decisione del Bundestag del 14 marzo 2018 ha segnato l’inizio del quarto mandato della cancelliera. Il primo governo Merkel giurò il 22 novembre 2005. Nelle elezioni dello stesso anno, la coalizione Cdu/Csu aveva combattuto una dura battaglia contro l’Spd di Schröder. Le elezioni di settembre non decretarono un vincitore assoluto. Grazie a un accordo, i due schieramenti decisero che la Merkel sarebbe divenuta cancelliera e Schröder avrebbe ottenuto la metà dei Ministeri. Nel settembre 2009, il partito della cancelliera ha vinto le elezioni, dando così inizio al suo secondo mandato, terminato nel 2013. In questa occasione, la Merkel ha espresso la volontà di allargare la rosa di alleanze e di dare vita a una coalizione con i liberali dell’Fdp. Il terzo governo Merkel, in carica dal 2013 al 2018, si è retto su una grande coalizione che riunisce non solo Csu e Cdu, alleati storici, ma anche Spd.

Contents.media
Ultima ora