×

Tanzania, coppie gay saranno arrestate: è caccia sui social

Il governatore di Dar es Salaam, Paul Makonda, annuncia la creazione di una squadra che darà la caccia alle persone omosessuali sui social.

gay

Prosegue in Tanzania la politica repressiva anti-gay. Nello Stato africano gli atti omosessuali sono illegali e punibili fino a 30 anni di carcere. Lo scorso anno il vice ministro della Salute Hamisi Kigwangalla ha difeso l’idea di rendere pubblico un elenco di nomi di persone gay, sostenendo su Twitter che l’omosessualità “è solo una costruzione sociale, associato a uno stile di vita urbano”.

Il presidente John Magufuli ha invece deciso di chiudere le cliniche per la cura dell’HIV perché “sospettate di promuovere l’omosessualità”. Paul Makonda, governatore di Dar es Salaam, principale polo economico della Tanzania, ha annunciato invece dei veri a propri rastrellamenti.

Dalla retorica anti gay ai rastrellamenti

Paul Makonda è intenzionato infatti a creare una squadra di sorveglianza dedicata a scovare gli omosessuali che si “nascondono” sui social network. Il governatore di Dar es Salaam assicura che il monitoraggio inizierà già la prossima settimana.

Il team avrà il compito di individuare e arrestare coppie formate da persone dello stesso sesso.

La squadra sarà composta da 17 membri scelti tra funzionari statali dell’Autorità per le comunicazioni della Tanzania, poliziotti e giornalisti. Makonda, fedele alleato del presidente Magufuli, sa che questa sua iniziativa verrà aspramente criticata e condannata a livello internazionale ma, dichiara: “Preferisco fare arrabbiare questi Paesi piuttosto che far arrabbiare Dio“. “Ho informazioni sulla presenza di molti gay nella nostra provincia, che si vantano sui social network” spiega infatti ai giornalisti.

Il rastrellamento 2.0 dovrebbe avere inizio lunedì 5 novembre e per questo motivo il governatore ha avvertito tutti gli utenti social di eliminare dai loro dispositivi qualsiasi foto di nudo o pornografica. Tutto questo, in uno dei Paesi più avanzati dell’Africa subsahariana, che vanta un PIL oltre il 7 per cento.

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Paola Marras

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora