×

Friburgo, stupro di gruppo: 8 arresti e 2 sospettati in fuga

Otto arresti per lo stupro di gruppo avvenuto fuori da una discoteca di Friburgo ai danni di una 18enne. Due degli uomini del branco sono ricercati.

stupro friburgo

Sono stati arrestati otto uomini ritenuti responsabili dello stupro di gruppo ai danni di una ragazza di 18 anni compiuto a Friburgo nella notte tra il 13 e il 14 ottobre 2018. Tra questi ci sono un tedesco di 25 anni e sette siriani di età compresa tra i 19 e i 29 anni.

Una contingenza che rischia di inasprire pericolosamente le tensioni sociali nel Paese. Tra il 2015 ed oggi la Germania ha accolto il 71% dei profughi siriani in fuga dal conflitto. E, sebbene non siano mancate le contro-manifestazioni volte a contrastare la puntuale strumentalizzazione mediatica della vicenda e l’incitamento all’odio incoraggiato da gruppi politici di estrema destra, nella città di Friburgo sono state diverse le proteste di quanti si rivolgono al governo chiedendo maggiori restrizioni in fatto di accoglienza migranti.

fruburgo stupro gruppo manifestazione

Stupro di gruppo: caccia allo stupratore seriale

Restano in fuga altri due uomini, sospettati di aver partecipato allo stupro di gruppo avvenuto fuori da una discoteca di Friburgo l’ottobre scorso.

Alla polizia la vittima aveva raccontato di essere stata avvicinata da uno dei suoi aggressori nel locale. Nelle sue analisi gli agenti hanno trovato tracce di sostanze che hanno fatto pensare che la vittima potesse essere stata drogata. Ad incastrare i componenti del branco sarebbero stati proprio i test del Dna eseguiti sul corpo della ragazza. Ma è uno dei sospettati ricercati in particolare a destare le principali preoccupazioni. Si tratta di un 22enne già ritenuto responsabile di tre aggressioni, due delle quali di natura sessuale. Il giovane, riportano i media tedeschi, è anche indagato per uno stupro che sarebbe avvenuto proprio nel suo appartamento lo scorso anno.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora