×

Sydney, mangia una lumaca: muore dopo otto anni di paralisi

Sam Ballard è morto dopo otto anni di malattia. Nel 2010, per gioco, ha mangiato una lumaca che gli ha trasmesso la meningite e lo ha paralizzato.

Otto anni di agonia dopo aver mangiato una lumaca
Morto il ragazzo che ha mangiato una lumaca dopo otto anni di agonia

Era il 2010 quando l’australiano Sam Ballard, per una goliardica scommessa, ha mangiato una lumaca che strisciava sul pavimento. Si trovava a una cena di squadra, con i suoi compagni di rugby e aveva diciotto anni. I ragazzi avevano bevuto ed erano probabilmente in stato alterato a causa dell’alcool.

Vista una lumaca che strisciava sul pavimento è partito il gioco: i compagni di rugby hanno sfidato Sam a mangiarla così com’era. Il ragazzo ha accettato la sfida e l’ha vinta. Non sapeva però che quel gesto avrebbe comportato gravi conseguenze. Poco dopo infatti si è sentito male: è entrato in coma e quando si è risvegliato aveva le gambe paralizzate. Sam Ballard è morto a Sydney il 2 novembre 2018 a ventotto anni, dopo circa nove anni di agonia.

Mangia una lumaca: la meningite lo paralizza

Sam Ballard ha cominciato a sentirsi male poco dopo aver ingerito la lumaca. I suoi compagni di squadra hanno subito chiamato i soccorsi e il ragazzo è stato trasportato d’urgenza in ospedale. È entrato in come e ne è uscito soltanto dopo quattrocento giorni. Al suo risveglio si è reso conto che era paralizzato dalla vita in giù. La paralisi e il coma erano dovuti al fatto che la lumaca ingerita da Sam Ballard era portatrice di una malattia molto rara: la meningite eosinofila.

SI tratta di una forma di meningite causata da un parassita che, evidentemente, la lumaca ospitava. Un amico di Sam Ballard ha raccontato: “Maledico quel giorno. Avevamo bevuto del vino rosso e quando abbiamo visto quell’animale strisciare vicino ai nostri piedi è partita la sfida“.

Dopo otto anni dall’incidente Sam Ballard si è spento. Ha rivolto le sue ultime parole alla madre, che gli è sempre stata accanto in questi ultimi anni. Le ha infatti dedicato un “ti voglio bene” prima di addormentarsi per sempre, a causa di una complicanza della malattia.

Nata a Milano, classe 1994, laureata in Lettere. Ha collaborato con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marta Lodola

Nata a Milano, classe 1994, laureata in Lettere. Ha collaborato con Notizie.it.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora