Nuota con le lenti a contatto: contrae l'ameba mangia occhi
Nuota con le lenti a contatto: contrae l’ameba mangia occhi
Esteri

Nuota con le lenti a contatto: contrae l’ameba mangia occhi

lenti a contatto

In Colorado una donna è diventata cieca dopo aver nuotato con le lenti a contatto. Si è dovuta sottoporre ad un trapianto di cornea.

“Prima pensavano fosse congiuntivite, per cui mi hanno dato degli antibiotici. Ma non è cambiato nulla, per cui hanno pensato fossi allergica alle medicine. Allora mi hanno detto che potevo essermi graffiata la cornea, oppure che fosse un’herpes” racconta Stacey Peoples, una mamma di quattro bambini che ha contratto una tremenda infezione all’occhio sinistro, che l’ha portata alla cecità.

Il parassita mangia occhi

La donna, del Colorado, racconta che tutto è iniziato quando ha nuotato assieme al figlio senza togliersi le lenti a contatto. “Non devono mai, mai, mai entrare a contatto con l’acqua: ma questo prima non lo sapevo” rivela. “Dopo circa una settimana l’occhio ha iniziato a darmi fastidio” spiega. I medici però ci mettono più di un mese per capire il problema di cui soffriva la donna.

Dopo varie analisi e diagnosi sbagliate, finalmente un oculista capisce che Stacey aveva contratto una cheratite (infiammazione della parte anteriore trasparente del bulbo oculare) provocata da una parassita, l’ameba unicellulare Acanthamoeba.

E’ un’infezione molto rara ma l’85 per cento di chi la contrae usa le lenti a contatto.

Acanthamoeba è detta anche l’ameba mangia occhi, ed infatti nel giro di poco tempo Stacey diventa cieca a quello sinistro. “Il dolore era così atroce che per un paio di giorni ho pensato seriamente al suicidio. Il parassita aveva iniziato letteralmente a mangiarmi l’occhio” ricorda la donna. Per riacquistare la vista Stacey Peoples si è dovuta sottoporre nel 2015 ad un trapianto di cornea, e da allora si batte per informare quante più persone possibili della pericolosità di andare al mare o in piscina con le lenti a contatto. Inoltre, è diventata una fervente sostenitrice della donazione di cornea. “Nel mio caso è stato un vero miracolo” confessa.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche