Russia, ragazza picchiata da coetanee: non potrà avere figli
Russia, ragazza picchiata da coetanee: non potrà avere figli
Esteri

Russia, ragazza picchiata da coetanee: non potrà avere figli

Quattordicenne picchiata da 5 coetanee
le immagini del pestaggio di una ragazza in Rissia

In Russia una ragazza di 14 anni è stata picchiata da cinque coetanee. I danni riportati agli organi interni non le permetteranno di avere figli.

Si stanno diffondendo rapidamente le immagini del pestaggio di una quattordicenne a Mineralnye Vody, cittadina termale delle Russia meridionale. La ragazza, Liza, è stata picchiata da cinque coetanee per circa tre ore e poi è anche stata costretta a scusarsi. Sembra che il motivo di tanta violenza risieda nel fatto che la quattordicenne avesse parlato male delle cinque coetanee a scuola. Le compagne hanno deciso di vendicarsi di lei picchiandola selvaggiamente e costringendola a scusarsi per le parole che aveva usato nei loro confronti.

Picchiata da 5 coetanee: arrestate

Le cinque compagne di scuola di Liza sono riuscite ad attirare la ragazza in una zona isolata di Mineralnye Vody. Sembra che ad aiutare le ragazze a ingannare Liza ci fosse un ragazzo, di cui la quattordicenne era innamorata. Il ragazzo avrebbe dato appuntamento a Liza nel luogo dove poi è stata aggredita violentemente dalle cinque coetanee. Dopo averla picchiata per tre ore e averla costretta a scusarsi, le cinque ragazza hanno lasciato libera Liza.

La ragazza è riuscita a chiedere aiuto ed è stata immediatamente trasportata in ospedale.

Le botte alla testa, al ventre e alla schiena hanno causato gravi danni al corpo della quattordicenne. I medici le hanno diagnosticato una commozione cerebrale e gravi danni agli organi interni, che non le permetteranno di avere figli. Le cinque ragazze sono state rintracciate dalla Polizia e sono state fermate. Dal momento che durante il pestaggio hanno anche girato un video, le prove nei loro confronti sono schiaccianti. Gli agenti stanno comunque indagando per fare luce sulle dinamiche esatte dell’aggressione.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Marta Lodola
Marta Lodola 466 Articoli
Classe 1994, nata e cresciuta a Milano. Laureata in Lettere, amante della storia. Giornalista d'aspirazione, educatrice e calciatrice per passione.