×

Bali, mamma uccide figlia di 2 mesi lanciandola dall’auto

Condividi su Facebook

Nicole Stasio, 32enne americana, ha ucciso la figlia di 2 mesi gettandola da un'auto in corsa a Bali, poi ha tentato il suicidio.

Mamma uccide figlia lanciandola dall'auto
Mamma uccide figlia lanciandola dall'auto

Nessuno avrebbe potuto prevedere la tragedia che si è consumata sull’auto su cui viaggiava Nicole Joan Stasio, 32enne americana, e sua figlia di soli 2 mesi. La donna si trovava a Bali, in Indonesia, e stava facendo ritorno al proprio alloggio dall’aeroporto quando improvvisamente, senza alcun preavviso, ha gettato la bambina dal finestrino.

Dopo qualche centinaio di metri, ha aperto la portiera e si è buttata a sua volta dalla vettura in corsa, in un tentativo (non riuscito) di suicidio. La bambina è stata soccorsa dagli abitanti di un villaggio locale. Ma una volta giunta all’ospedale è subito apparso evidente che le sue condizioni erano gravi: la piccola è morta poco dopo. Nello stesso ospedale è stata ricoverata anche la madre, che non è in pericolo di vita.

Nicole a Bali

Depressione post-partum

Secondo i medici, il folle gesto di Nicole è la conseguenza di una depressione post partum. Insieme a lei, in auto, c’erano l’autista e una guida turistica.

Nessuno dei due si è accorto di quanto accaduto alla bambina. Si sono fermati solo quando la donna si è gettata. Hanno raccontato alla polizia che, poco prima, avevano portato Nicole all’aeroporto, dove si sarebbe dovuta imbarcare per tornare in America. Ma, una volta allo scalo, la giovane madre ha chiesto di essere riportata indietro. Lungo il tragitto è avvenuto l’omicidio e il tentato suicidio.

Nicole prima del parto

La 32enne si trovava in Indonesia da luglio. Per i primi dieci giorni del suo viaggio, era stata assistita dai genitori, che erano però subito ripartiti per gli Stati Uniti. Era da sola quando, a settembre, aveva dato alla luce la figlia. “Si è rifiutata di rispondere quando le abbiamo chiesto chi sia il padre della bambina”, ha dichiarato Nyoman Wiarajaya, capo della polizia del Sud Denpasar, alla Associated Press. “Ma ha dato l’impressione di non essere sposata e che la sua famiglia abbia voluto farla partorire all’estero, come per nascondere qualcosa“.

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Lisa Pendezza

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.