×

Colombia, liberate 40 venezuelane schiave sessuali

Condividi su Facebook

La Polizia ha stroncato l'organizzazione che teneva prigioniere 40 donne. E' il traffico di esseri umani, in aumento con l'immigrazione.

donne venezuelane
donne venezuelane

40 venezuelane, schiave del sesso, sono state liberate in Colombia. Costrette a prostituirsi con orari massacranti dietro la promessa di ricevere in cambio cibo e denaro. L’aumento del traffico di esseri umani è collegato all’aumento dell’immigrazione, ma le donne liberate a Bogotà sono solo la metà di quelle ridotte in schiavitù.

40 venezuelane liberate dalla schiavitù del 21° secolo

Oltre 40 schiave sessuali sono state liberate in Colombia. Le donne, tutte venezuelane, si sono trovate all’interno di un giro di “schiavitù del 21° secolo”, come lo hanno definito le autorità. Venivano rapite a Cucuta, città di frontiera, e portate nella capitale. A Bogotà, i trafficanti sottraevano loro i documenti e le costringevano a prostituirsi per 20 giorni come “compenso” per il trasporto.

Nestor Martinez, il procuratore capo che ha guidato le indagini per la loro liberazione, ha raccontato che le donne erano sottoposte a orari massacranti, con solo 15 minuti al giorno di riposo e, se ritardavano nel tornare al “lavoro” dopo un turno con uno sfruttatore, venivano multate. Era stato anche ingaggiato un sedicente medico per praticare l’aborto sulle donne qualora rimanessero incinte. L’organizzazione è stata stroncata grazie all’intervento della Polizia colombiana.

Traffico di umani aumentato con l’immigrazione

L’aumento del traffico di esseri umani è collegato all’aumento dell’immigrazione dal Venezuela alla Colombia: un dato che preoccupa sempre di più le organizzazioni dei diritti umani. Secondo le Nazioni Unite, oltre tre milioni di venezuelani sono emigrati negli ultimi anni e la Colombia è la nazione che ne ha accolti di più. Le autorità sono convinte che le donne vengono forzate a prostituirsi nella speranza di aiutare la famiglia in difficoltà, in quanto i trafficanti promettevano loro cibo e denaro.

Il ministro della Giustizia di Bogotà, Jairo Garcia, ha detto che le donne liberate a Bogotà sarebbero solo la metà di quelle ridotte in schiavitù. E’ solo una piccola goccia contro il traffico di esseri umani, per il quale finora sono state arrestate 144 persone.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.