> > Due 17enni precipitano da un muretto per un selfie, morte

Due 17enni precipitano da un muretto per un selfie, morte

selfie 17enni

In India, due amiche di soli 17 anni sono morte in seguito alla caduta in un fosso. Responsabile dell'incidente lo scatto di un selfie.

Mumbai, regione indiana del Maharashtra.

Due ragazze adolescenti sono morte dopo essere precipitate da un muro. Inizialmente si pensava che le due amiche si fossero suicidate, ma è poi venuto a galla che la loro morte fosse stata causata da un incidente. A portare alla rovinosa caduta sarebbe stato l’uso del cellulare, per lo scatto di un selfie.

Il selfie che uccide

Un selfie terribilmente costoso. E’ quello che sarebbe stato scattato dal cellulare di una delle due amiche diciassettenni che, a Mumbai, sono state ritrovate senza vita in un fosso sotto un muretto.

Le due ragazzine si sarebbero arrampicate fino in cima per scattarsi una foto assieme, da impostare poi come nuova immagine del profilo di Whatsapp. Ed è proprio quello che hanno fatto. Appena prima di cadere nel baratro e porre così fine alle proprie ancora giovani vite.

A causarne la morte, sarebbe stato l’affogamento a seguito della caduta in un fosso pieno d’acqua. I corpi senza vita sono stati ritrovati qualche giorno dopo l’accaduto.

Un legame indissolubile

Le due amiche erano molto legate tra loro: giravano sempre assieme e vestivano allo stesso modo. Questo indizio ha portato in primo luogo i genitori delle ragazze a pensare che si potesse trattare di un suicidio congiunto. Ma il ritrovamento del cellulare, con la foto appena scattata che le ritraeva in cima al muretto da cui sono cadute, ha fatto emergere la verità: si è trattato di un tragico incidente.