> > USA, uccisa da cacciatore la lupa più famosa di Yellowstone

USA, uccisa da cacciatore la lupa più famosa di Yellowstone

spitfire

Alcuni animalisti interverranno per cercare di salvaguardare la vita di alcuni animali che vivono nel parco e che sono bersaglio di molti cacciatori.

Un cacciatore americano ha ucciso nel famoso parco di Yellowstone, nello stato del Montana, USA, Spitfire: la lupa più famosa e conosciuta.

Il soprannome attribuitole era perfetto: il termine Spitfire, infatti, sta ad indicare un caccia monoposto e monomotore ad ala bassa dalla velocità incredibile. Il velivolo rappresentava perfettamente la figura storica del parco di Yellowstone: rapidità e velocità erano i punti forti di Spitfire. Per i guardiani del parco nazionale era semplicemente 926F ed era la capo branco del Lamar Canyon, la parte più meridionale del bosco più famoso d’America.

La caccia

Dal 2011 secondo lo Stato del Montana i lupi non sono più considerati a rischio di estinzione e di conseguenza la legislazione permette la caccia. I branchi sono una decina nel parco americano per un totale di circa 1700. Secondo le testimonianze di Doug Smith, noto biologo americano, i cacciatori aspettano che qualche lupo oltrepassi le barriere per poi sparare e uccidere senza pietà gli animali indifesi.

La morte della famosa Spitfire ha dato voce ad alcune proteste animaliste.

Secondo alcuni dovrebbe esistere una zona protetta nella quale i lupi possano oltrepassare leggermente i confini del parco senza poter essere cecchinati dai cacciatori. Ora, infatti, l’intero branco del Lamar Canyon è a rischio: senza il leader sarà difficile difendere il proprio territorio dai branchi rivali. “La loro sopravvivenza è un punto interrogativo – dice il dottor Smith – I branchi più numerosi hanno più chance“.