Uk, smombie cade nel canale mentre parla al cellulare
Uk, smombie cade nel canale mentre parla al cellulare
Esteri

Uk, smombie cade nel canale mentre parla al cellulare

cellulare

In Inghilterra un uomo è sprofondato in un corso d'acqua mentre camminava. Il giovane non si è accorto del pericolo perché parlava al cellulare.

Nuovo caso di “smombies”, ovvero di smartphone zombies, direttamente dal Regno Unito. Un uomo infatti è caduto in un canale mentre parlava al cellulare. Il protagonista di questa storia, troppo preso dalla conversazione, non si è accorto infatti che quello che lui credeva fosse un sentiero ricoperto di foglie in realtà era un corso d’acqua.

Corsi d’acqua pericolosi

Ad immortalare la scena le telecamere di sicurezza di un pub. Nell’immagine catturata dal video si vede infatti un uomo mentre cammina su e giù per una strada, che passa vicino al canale. “Fuori e dentro il locale abbiamo appeso degli avvertimenti, per chiedere alle persone di fare attenzione. Un incidente del genere è già capitato un’altra volta” spiega ai media locali la proprietaria del pub Annmarie Gardener. Per fortuna, finora nessuno è mai rimasto ferito nonostante il canale sia anche abbastanza profondo. Anche l’uomo caduto nell’acqua è stato infatti soccorso subito da due persone.

“Di solito non è un problema, la maggior parte della gente sa che è un canale.

Quando però è ricoperto di foglie può essere scambiato per un sentiero” ammette Annmarie. Simili incidenti però sembrano moltiplicarsi nel periodo natalizio, e non solo a causa dello smartphone. In Inghilterra è stata per esempio lanciata la campagna “Don’t Drink and Drown”, che incoraggia le persone a stare attenti quando si è in prossimità di un corso d’acqua soprattutto se si è bevuto.

“Il nostro consiglio in questo periodo dell’anno è quello di visitare torrenti o fiumi, perché sono luoghi ideali per rilassarsi, ma di fare molta attenzione. Le rive possono essere bagnate o ghiacciate, e ciò aumenta il rischio di scivolare, inciampare o cadere nell’acqua gelida” spiega un portavoce del Canal and River Trust. Come riporta Metro.co.uk Di Steer, CEO of the Royal Life Saving Society UK, sottolinea infatti come sempre più persone “muoiono tragicamente perché sono cadute nell’acqua ubriache“.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche