Russia, donna stuprata e uccisa da una baby gang
Russia, donna stuprata e uccisa da una baby gang
Esteri

Russia, donna stuprata e uccisa da una baby gang

violenza sulla compagna

Tre ragazzini russi tra i 14 ed i 16 anni hanno rapito, barbaramente stuprato e ucciso una giovane donna, madre di due bambini.

Tre ragazzi tra i 14 ed i 16 anni hanno stuprato e ucciso una mamma, lasciando poi il suo cadavere in balia degli animali selvatici nei boschi di Millerovo, in Russia. I giovani venivano descritti come adolescenti “di buon carattere”. “Non riesce ancora a capire che cosa abbia fatto” ammette la zia di uno dei tre, dopo i primi interrogatori.

Violenza insensata

In Russia una mamma è stata brutalmente violentata e poi uccisa da un baby gang di ragazzini tra i 14 ed i 16 anni. La drammatica vicenda è accaduta nella città di Millerovo, nella regione di Rostov. Anastasia Orlova, 28 anni, era scomparsa di ritorno dal lavoro, nel tragitto che la riportava a casa. A lanciare l’allarme era stato il marito Alexander, 29 anni, e fin da subito diverse squadre di soccorso hanno iniziato a pattugliare la zona fino a quando alcuni volontari hanno effettuato la terribile scoperta.

Il corpo seminudo di Anastasia è stato trovato abbandonato nella neve in mezzo ai boschi, smembrato da alcuni animali selvatici.

Le indagini delle polizia hanno permesso di scoprire che la donna era stata colpita alla testa e trascinata via. La 28enne ha subito poi una brutale violenza sessuale al termine della quale è stata strangolata e uccisa con una cintura.

In poco tempo sono stati arrestati tre adolescenti tra i 14 ed i 16 anni, fino a quel momento descritti come “bravi ragazzi”. I giovani hanno confessato sia lo stupro che l’omicidio, spiegando agli inquirenti di aver deciso di uccidere la giovane mamma perché avevano paura della punizione che avrebbero subìto se qualcuno avesse scoperto quanto da loro fatto.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche