×

Irlanda, dall’emicrania all’arresto cardiaco: morta 32enne

Tragedia a belfast, Irlanda. Laura Burns ha perso i sensi a causa di un forte attacco di emicrania, poi un arresto cardiaco l'ha spenta per sempre.

Irlanda, morta giovane mamma: dall'emicrania all'arresto cardiaco
Laura Burns con marito e figlio

Lunedì 10 dicembre Laura Burns, mamma irlandese di trentadue anni, è tragicamente morta per un arresto cardiaco improvviso. Si era svegliata accusando un forte mal di testa, ma non si era preoccupata troppo. “Sarà una semplice emicrania” aveva detto al marito.

Eppure, dopo qualche minuto, un arresto cardiaco l’ha spenta per sempre. La sua morte arriva inaspettata e lascia soli il marito Keelan e il figlio Lorcan, affetto da paralisi cerebrale sin dalla nascita. Non appena Laura Burns si è sentita male il marito ha allertato i soccorsi. I paramedici hanno trasportato la donna d’urgenza nello stesso ospedale in cui Laura Burns lavorava come infermiera: l’Antrim Area Hospital di Belfast.

Laura Burns, dall’emicrania all’arresto cardiaco

Prima di spegnersi definitivamente Laura Burns è rimasta in terapia intensiva per circa ventiquattro ore. In seguito alla decisione della famiglia di staccarla dalle macchine che la tenevano in vita, la trentaduenne è morta. Gli sforzi dei medici non sono valsi a salvarle la vita.

Come ha raccontato il fratello Andrew Burns, Laura Burns soffriva da anni di emicrania, per questo non si è allarmata al sopraggiungere del forte mal di testa.

Soffriva di emicrania da quando era una adolescente. Ma domenica, mentre era a letto col figlio è stata più forte, è svenuta, il suo cuore ha smesso di battere e non si è mai più ripresa. Aveva un cuore puro, siamo senza parole. Chiediamo a tutti di stare vicino soprattutto al suo bambino in questo momento così difficile” ha spiegato Andrew Burns alla stampa locale.

Contents.media
Ultima ora