×

Russia, fratello lo chiude in lavatrice: morto per asfissia

Un bambino di tre anni è rimasto intrappolato all'interno di una lavatrice, morendo soffocato. A chiudere l'oblò sarebbe stato il fratello maggiore.

lavatrice

Dramma in Russia, nella cittadina di Gubkinsky che si trova sulla riva del fiume Pyakapur, a sud di Salekhard. Un bambino di tre anni è morto infatti per asfissia, dopo essere rimasto bloccato all’interno di una lavatrice. A chiuderlo dentro il fratello maggiore, di cui non è stata rivelata l’età e il sesso, mentre giocavano.

I genitori si sono accorti di quanto accaduto solo la mattina dopo, non trovando il piccolo nel letto.

Lavatrice killer

La tragedia è avvenuta il 13 dicembre 2018. Stando a quanto riporta il Daily Mail, i due bambini erano stati messi a letto dai genitori. Il fratello maggiore però avrebbe convinto il più piccolo ad alzarsi per continuare a giocare. Per motivi ancora da accertare, il bimbo di tre anni è rimasto a questo punto chiuso all’interno della lavatrice di casa.

Gli investigatori ipotizzano che sia stato proprio il fratello più grande a intrappolarlo dentro, tornando poi in cameretta a dormire come se niente fosse.

La mattina dopo la coppia è andata a svegliare i figli, ma non hanno trovato il minore nel suo letto. Subito è scattata la ricerca e di lì a poco i genitori hanno fatto la sconvolgente scoperta. Il bimbo era accasciato nella lavatrice con l’oblò chiuso.

Nonostante i disperati tentativi di rianimazione e l’intervento di un’ambulanza arrivata sul posto pochi minuti dopo che è scattato l’allarme, per il piccolo non c’è stato niente da fare.

I medici non hanno potuto far altro che decretare la morte del piccolo. Stando ai risultati dell’autopsia, il bambino è morto per asfissia. Sul caso indagano le autorità locali, per capire l’esatta dinamica dell’incidente e le eventuali responsabilità.

Contents.media
Ultima ora