×

Terremoto di magnitudo 5.0 nel Peloponneso

Terremoto di magnitudo di 5.0 a profondità di venti chilometri sulla costa occidentale del Peloponneso. Avvertito anche in Puglia, Calabria e Sicilia

Terremoto
Terremoto

È stato avvertito anche nel sud Italia il terremoto che è stato registrato sulla costa occidentale del Peloponneso, alle 20.35. L’Ingv ha rilevato una magnitudo di 5.0 a profondità di venti chilometri (19,7 km). La scossa ha creato molto allarme sulla costa occidentale della Grecia, mentre in Italia il sisma è stato avvertito soprattutto nelle regioni meridionali di Calabria, Sicilia e Puglia.

Allarme soprattutto nella fascia costiera ionica. Non sono per ora segnalati danni a persone o cose. Nelle ultime settimane continuano le scosse di terremoto nel Mediterraneo, in particolar modo tra Grecia e Turchia. Lo Ionio meridionale e il Peloponneso sono le aree più colpite.

I terremoti nel Peloponneso

L’elevato rischio sismico che caratterizza il territorio di Peloponneso e Grecia fa sentire i suoi effetti. Oltre alla scossa di magnitudo 5.0 registrato nella serata di mercoledì 19 dicembre 2018, si ricorda quello di un mese prima, di pari intensità, al largo della costa ovest del Peloponneso.

Anche quella volta, la scossa è stata avvertita, seppur lievemente, anche in Puglia e Calabria. L’Ingv, l’Istituto Nazionale geofisica e vulcanologia, aveva individuato l’epicentro del sisma a 20 chilometri di profondità. Fortunatamente nessun danno a cose e persone.

E ancora, poche settimane prima in Grecia l’Ingv aveva registrato una magnitudo di 6.0 a sud dell’isola di Zante, seguito a quello di alcuni giorni prima. Il sisma ha avuto luogo a profondità di soli dieci chilometri ed è stato avvertito chiaramente in tutto il Meridione.

Anche allora commenti di persone spaventate sui social network in Puglia, Calabria e Sicilia orientale. Non si hanno ancora notizie di danni.

Contents.media
Ultima ora