×

Migranti nella tratta Marocco-Spagna: 12 morti su una barca

Ancora nuovi morti nel Mediterraneo. La Spagna soccorre un'imbarcazione carica di migranti, trovando a bordo 12 morti tra cui una donna incinta.

migranti

A 24 ore dalla bocciatura da parte dell’Italia del Global Compact for Migration, nel Mediterraneo si registrano 12 nuove vittime, e altrettanti sono i dispersi. Il Salvamento Maritimo, organizzazione statale spagnola, ha infatti soccorso in mare un’imbarcazione partita dal Marocco la mattina di martedì 18 dicembre con a bordo 57 persone.

Solo 33 migranti però sono sopravvissuti, riuscendo a toccare le coste della Spagna.

I morti nel Mediterraneo

La barca è stata localizzata dalla nave di ricerca Hesperides nel mare di Alboran, al largo delle coste spagnole. I profughi sono stati trovati sul fondo di una barca ormai alla deriva. In base alle testimonianze raccolte dalla Croce Rossa spagnola, nel corso della traversata sono morti dieci uomini e una donna. Una seconda donna è deceduta invece poco dopo il ricovero per le ormai precarie condizioni di salute.

Una delle due era incinta.

Stando alle ultime informazioni, assieme a questa imbarcazione ne sarebbero partite altre (almeno tre), che potrebbero essere state travolte dalla tempesta che si è abbattuta in queste ore in quel tratto di mare. Il numero dei morti e dei dispersi quindi potrebbe essere ben più alto.

Mentre l’Italia chiude i propri porti, da quello di Algeciras ha preso invece il largo una nuova nave umanitaria della Ong Sea Eye, battente bandiera tedesca.

L’obiettivo è salvare quante più vite umane possibili. Al 16 dicembre 2018 infatti sono già 2.217 i morti nel Mediterraneo, in base all’ultimo report dell’Organizzazione internazionale delle migrazioni. L’OIM segnala inoltre, a fronte di un calo dell’80 per cento degli sbarchi sulle nostre coste, che nel 2018 i morti registrati sulla tratta Libia-Italia (1.306) sono il doppio rispetto a quelli della tratta Marocco-Spagna (744).

Contents.media
Ultima ora