×

Francia, protesta gillet gialli: arrestato il leader Drouet

Aveva organizzato una protesta non autorizzata. Fermato mentre si dirigeva agli Champs-Elysees. Si tratta del secondo arresto per Drouet.

Eric Drouet
Eric Drouet

Il leader della protesta dei gillet gialli, Eric Drouet, è stato arrestato per aver organizzato una manifestazione non autorizzata. Si tratta del secondo arresto, a solo un mese dal primo per possesso di arma vietata. E’ stato fermato mentre si dirigeva agli Champs-Elysees.

“E’ un esempio da seguire per la sua determinazione”, ha detto il leader della sinistra radicale.

Arrestato Eric Drouet

Uno dei leader del movimento dei gillet gialli è stato arrestato. Si tratta di Eric Drouet, fermato dalla polizia francese per aver organizzato una protesta non autorizzata nel centro di Parigi. Secondo quanto riportano fonti della polizia, Drouet è stato fermato mentre si dirigeva agli Champs-Elysees, dove ad attenderlo c’erano una dozzina di manifestanti che si erano radunati fuori da un fastfood vicino all’Arco di Trionfo.

Sembra che, nel pomeriggio di mercoledì 2 gennaio 2019, con un invito su Facebook, Eric Drouet aveva contattato altri manifestanti per preparare nella capitale un’azione in grado di sconvolgere l’opinione pubblica, riunendosi senza i gillet gialli perchè li avrebbero resi troppo riconoscibili. I poliziotti erano sulle sue traccie già dal pomeriggio. Drouet, dopo aver radunato una trentina di manifestanti in Place de la Concorde, si è diretto verso l’Opera.

Là, in serata, è arrivata la polizia e lo ha arrestato.

Si tratta del secondo arresto

Si tratta del secondo arresto per Eric Drouet. Solo un mese fa era stato fermato per possesso di arma vietata. Secondo quanto riporta “Fanpage”, il leader della sinistra radicale Jean-Luc Melanchon ha paragonato il leader dei gillet gialli a un personaggio della Rivoluzione francese, e quindi un esempio da seguire per la sua determinazione. Non solo, Melanchon ha anche denunciato l’uso politico della polizia.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora