×

Florida, rissa in un McDonald’s: cliente aggredisce cassiera

Condividi su Facebook

Rissa in un McDonld della Florida: un uomo, lamentando l'assenza di cannucce, ha aggredito la cassiera del ristorante. Che però era una pugile.

Emerge un video, diventato rapidamente virale, nel quale si vede la cassiera di Un McDonald’s rispondere colpo su colpo all’aggressione subita. Aggressione che ha preso il via quando, durante il suo turno, un cliente – arrabbiato per una presunta mancanza di cannucce – ha cominciato a strattonarla.

L’aggressore, poi identificato dalla polizia come Daniel Taylor, ha assalito la dipendente Yasmine James nella giornata di lunedì 31 dicembre 2018. Strattonandola prima per il grembiule, e cercando poi di trascinarla oltre alla cassa.

Aggredita per una cannuccia

Litigio che secondo i testimoni sarebbe divampato perchè l’uomo accusava gli impiegati di aver rimosso tutte le cannucce dal ristorante. Che in effetti non erano più a libera disposizione dei clienti, ma che andavano richieste al personale.

Un cambiamento imposto da un’ordinanza comunale, evidentemente giudicata inaccettabile dall’aggressore.

La risposta della giovane

Quando Taylor ha iniziato a strattonare la ragazza, si è però trovato una sorpresa. La cassiera, ex pugile, ha cominciato infatti a colpire a ripetizione il volto dell’uomo, che da aggressore, in un paio di istanti, si è trasformato in vittima. Solo l’intervento degli altri impiegati è riuscito a sottrarre l’uomo dalla presa della ragazza, che di mollare non ne voleva proprio sapere.

L’uomo si poi diretto verso l’uscita, per poi rientrare e provare ad aggredire anche il manager del negozio. Fallito anche quel tentativo, ha deciso di ripiegare. Ma non prima di essere riuscito ad assestare un calcio allo stomaco della 23enne Taetona Bell, altra dipendente del ristorante.

L’uomo è stato successivamente fermato dalla polizia, e dovrà ora rispondere di aggressione.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.