×

Indonesia, volo Lion Air precipitato: ritrovata seconda scatola nera

Nello schianto morirono 189 persone, tra le quali lʼitaliano Andrea Manfredi. Nel luogo del ritrovamento anche alcuni resti umani.

indonesia aereo scatola nera

È stata localizzata la seconda scatola nera del volo JT610 della Lion Air, precipitato nel Mare di Java in ottobre, uccidendo tutte le 189 persone a bordo, tra cui il 26enne italiano Andrea Manfredi. Secondo quanto riporta tgcom24, i sommozzatori della Marina indonesiana avrebbero intercettato il registratore sotto otto metri di sabbia: dopo lo schianto, avvenuto a qualche minuto dal decollo dall’aeroporto di Giacarta, il Boeing si era inabissato a 30 metri di profondità nelle acque indonesiane.

Ad annunciare il ritrovamento è il vice ministro per gli Affari Marittimi indonesiano, Ridwan Djamaluddin: “Stamattina abbiamo ricevuto la conferma dal presidente della commissione nazionale per la sicurezza dei trasporti”, ha detto, aggiungendo come nel luogo del ritrovamento della seconda scatola nera sarebbero anche stati trovati alcuni resti umani.

foto_indonesia_bali_aereo_mare_rimosso_01_1

Una svolta nelle indagini

Il registratore dei dati di volo – la prima scatola nera, ritrovata a qualche giorno dall’incidente – mostrava un malfunzionamento dell’indicatore della velocità dell’aria nei quattro voli precedenti allo schianto fatale. Il secondo ritrovamento potrebbe ora, stando a quanto riporta l’agenzia di stampa Agi (Agenzia Giornalistica Italia), chiarire diversi punti oscuri nelle indagini sul disastro aereo: la seconda scatola nera conterrebbe infatti tutte le trasmissioni radio, i rumori e le voci nella cabina di pilotaggio e, nel caso in cui non avesse subito danni, potrebbe fornire informazioni cruciali riguardo agli ultimi minuti del volo del Boeing 737 Max 8.

L’incidente aereo del 29 ottobre scorso è stato il peggiore in Indonesia dal 1997, quando 234 persone perirono a bordi di un volo della compagnia aerea Garuda precipitato nei pressi di Medan.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora