Irlanda del Nord, esplode autobomba fuori da un tribunale
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Irlanda del Nord, esplode autobomba fuori da un tribunale
Esteri

Irlanda del Nord, esplode autobomba fuori da un tribunale

Autobomba
Autobomba

Un'autobomba è esplosa all'esterno del tribunale di Londonderry, in Irlanda del Nord. Pare non ci siano vittime né feriti

Torna l’incubo de terrorismo. Un’autobomba è esplosa all’esterno del tribunale di Londonderry, in Irlanda del Nord. Fortunatamente sembrerebbe che l’esplosione non abbia riportato alcuna vittima. Lo riferisce la Bbc.

Autobomba in Irlanda del Nord

La deflagrazione è avvenuta a Bishop Street intorno alle 20.15 (ora locale) di sabato 19 gennaio 2019. A darne la notizia su Twitter è stata la polizia, che ha diffuso un’immagine dell’auto in fiamme. Secondo quanto riporta la BBC, gli agenti si trovavano già sulla scena quando l’autobomba è esplosa senza causare vittime. La polizia, infatti, avrebbe ricevuto una telefonata di avvertimento prima che l’ordigno esplodesse, riuscendo quindi ad evacuare alcuni edifici, tra cui un hotel.

Autobomba

Tuttavia, fanno sapere che nella zona vi sarebbe un’altra auto sospetta.

Autobomba

La reazione della politica

Dura la reazione della politica. Il vice premier della Repubblica d’Irlanda, Simon Coveney, su Twitter ha condannato “assolutamente l’attentato terroristico a Derry questa sera. Non c’è posto e nessuna giustificazione possibile per tali atti di terrore, che cercano di trascinare l’Irlanda del Nord di nuovo alla violenza e al conflitto”.

La tensione è già alta per la mancanza di un governo e la paura del ritorno di un confine difficile a causa della Brexit.

“Questo porta tutti i segni distintivi di un bombardamento repubblicano dissidente”, spiegano molti testimoni a Skynews. Gli attacchi con autobomba sono stati responsabili di alcune delle peggiori atrocità avvenute durante i trent’anni di disordini, che sono finiti con gli accordi di pace del 1998 del Venerdì Santo.

Il conflitto nordirlandese, conosciuto come The Troubles (disordini). E’ il nome con cui si indica la cosiddetta “guerra a bassa intensità” esplosa tra la fine degli anni Sessanta e gli anni Novanta in Irlanda del Nord i cui effetti si sono allargati anche all’Inghilterra e alla Repubblica d’Irlanda e che ha causato oltre 3000 morti.


L’ex primo ministro irlandese del Nord, Arlene Foster, che è a capo del Partito democratico unionista che sostiene il governo di Theresa May, ha detto che si tratta di un “inutile atto di terrore”. Il sindaco di Londonderry, John Boyle, ha chiesto ai responsabili di rivelare quale fosse il loro obiettivo.

Il deputato Elisha McCallion, ha condannato l’esplosione. “Questo incidente ha scioccato la comunità locale», ha detto. «In particolare, ci sono molti residenti anziani che vivono nella zona che si sono spaventati. Per fortuna nessuno sembra essere stato ferito”. Così ha dichiarato.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Asia Angaroni
Asia Angaroni 1416 Articoli
Leva 1996, varesotta di nascita milanese di adozione. Dall’amore per la stampa e la verità alla laurea in Comunicazione. Amante della letteratura e dell’arte, alla ricerca costante di sapienza e cultura. Appassionata di cronaca sportiva e di inchieste, desiderosa di fare della parola il proprio futuro.