Parigi, arrestato Chris Brown: l'ex di Rhianna è accusato di stupro
Parigi, arrestato Chris Brown: l’ex di Rhianna è accusato di stupro
Esteri

Parigi, arrestato Chris Brown: l’ex di Rhianna è accusato di stupro

Il rapper statunitense arrestato con l'accusa di aver stuprato una ragazza. Altri due uomini fermati: uno è la sua guardia del corpo.

Chris Brown è stato arrestato a Parigi con l’accusa di aver stuprato, insieme ad altre due persone, una ragazza. Denunciato alle autorità francesi, il rapper statunitense è stato fermato nella capitale insieme ad altre due persone, uno dei quali è la sua guardia del corpo. A riferirlo, citando fonti di polizia, è l’agenzia Ap. Il 29enne non è nuovo agli episodi di violenza contro le donne: risale a dieci anni fa la denuncia per aggressione della ex, Rhianna. Un caso scoppiato con la pubblicazione delle foto del volto tumefatto della cantante, finite sotto i riflettori di tutto mondo.

La violenza

Stando alle ricostruzioni della stampa francese lo stupro sarebbe avvenuto nella notte tra il 15 e il 16 gennaio all’Hotel Mandarin Oriental. La vittima, una 24enne, avrebbe riferito, riporta il quotidiano francese Le Parisienne, di aver incontrato il cantante in una discoteca della capitale. E proprio quella notte sarebbe poi avvenuta la violenza. La denuncia sarebbe poi stata sporta nel 17esimo arrondismant, nel nord di Parigi.

Secondo il quotidiano Le Point il cantante sarebbe anche indagato per aver violato la legge sulle sostanze stupefacenti.

chris brown arrestato rhianna

I precedenti: l’aggressione a Rhianna

In passato il rapper si era già dichiarato colpevole di aggressione ai danni della ex compagna, Rhianna. I due cantanti, amici dal 2005, sono stati legati sentimentalmente per circa un anno, fino a quell’ultimo episodio di violenza, durante un party, alla vigilia dei Grammy Awards nel febbraio del 2009. Per quel fatto Brown, che in passato ha avuto diversi problemi con la giustizia, fu condannato a cinque anni in libertà condizionale.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche