Bimbo caduto nel pozzo, i minatori si preparano a scendere nel tunnel
Bimbo caduto nel pozzo, i minatori scendono nel tunnel
Esteri

Bimbo caduto nel pozzo, i minatori scendono nel tunnel

Bambino caduto nel pozzo, minatori nel tunnel
Bambino caduto nel pozzo, minatori nel tunnel

Un gruppo di minatori è pronto a scendere nel tunnel e scavare a mano un collegamento con il pozzo dove si trova il piccolo Julen.

I soccorritori continuano a scavare a Totalan, nei pressi di Malaga, nella speranza di riuscire a estrarre vivo il piccolo Julen, da giorni intrappolato in un pozzo profondo oltre 100 metri. I minatori della Brigata de Salvamento Minero di Hunosa sono entrati in azione per calarsi nel tunnel che è stato scavato parallelamente al pozzo. In questo modo il gruppo potrà scavare a mano un secondo tunnel per raggiungere la cavità dove è intrappolato Julen e scendere fino al fondo, dove sperano di trovare il bambino. Il direttore generale dell’Associazione degli Ingegneri delle Miniere del Sud, Juan Lòpez Escobar, ha spiegato che i minatori “hanno già fatto 50 gallerie mentalmente. Hanno valutato i rischi e proposto soluzioni. Ora non vedono l’ora di entrare”.

Spagna, critiche agli scavatori

I lavori hanno subito dei rallentamenti a causa di un errore umano. Il tunnel scavato inizialmente si è rivelato troppo stretto per permettere la discesa di un gruppo di uomini.

Le squadre degli scavatori sono immediatamente intervenute per ampliarlo. L’errore compiuto dagli scavatori ha attirato non poche critiche da pare dell’opinione pubblica. Il delegato del Governo in Andalusia, Alfonso Rodrìguez Gòmez de Celis, ha risposto sottolineando che in pochi giorni la macchina dei soccorsi ha realizzato un’impresa che normalmente avrebbe richiesto mesi. Dalla caduta di Julen nel pozzo, sono state rimosse oltre 40mila tonnellate di terra e altri materiali.

Una volta completato l’ampliamento del tunnel, gli scavatori sono passati ad applicare uno speciale rivestimento. L’operazione ha richiesto circa 5 ore, seguite da altre 2-3 ore di lavori per il riempimento del terreno. Escobar ha spiegato ai media locali che il problema principale durante gli scavi riguarda la consistenza del terreno di Totalan.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Lisa Pendezza 2076 Articoli
Lisa Pendezza, nata nel 1994 a Milano. Laureata in Lettere con la passione per i viaggi, il benessere e la lettura, spera di riuscire a girare il mondo con una macchina fotografica in una mano e un romanzo nell'altra. Amante dei libri, si limita per ora a leggerne molti, con il sogno nel cassetto di scriverne uno.