×

Accusato di molestie su una suora, Padre Geissler si dimette

E' un fatto che risale a molti anni fa, lascia il clero per non recare ulteriori danni. Molti sono i casi simili riscontrati nel mondo.

Hermann Geissler
Hermann Geissler

E’ stato accusato di violenza sessuale ai danni di una suora durante una confessione. Hermann Geissler continua a professarsi innocente e, a processo ancora in corso, si è dimesso: “Un passo per limitare il danno”. Molti sono i casi in tutto il mondo di abusi sessuali di suore da parte di preti, ma il Vaticano è fermo.

Prete accusato di abuso sessuale si dimette

Hermann Geissler è un sacerdote di origine austriaca e ha 53 anni. Nel 2009 viene accusato da Dori Wagner, una suora tedesca, di abusi sessuali in confessionale. La violenza sessuale durante una confessione è considerato dalla Chiesa Cattolica uno dei reati più gravi. La donna abusata ha lasciato l’abito e per il prete è iniziato un processo ancora in corso. Padre Geissler continua a dichiararsi innocente e chiede di dimettersi.

La Congregazione della Dottrina per la Fede, di cui Geissler ha fatto parte per ben 25 anni, ha accolto la sua richiesta. “Padre Geissler ha fatto tale passo per limitare il danno già arrecato alla Congregazione e alla sua Comunità”, riporta Fanpage. Il Padre ha chiesto anche di non sospendere il processo e non si allontana da eventuali misure di natura legale.

Abuso sessuale di suore: reato diffuso

Secondo quanto riporta Il Messaggero, un’inchiesta dell’Associated Press ha rivelato che il Vaticano conosce l’abuso sessuale di suore da parte di preti e vescovi da parecchio tempo, ma poco ha fatto per cercare di fermarlo.

La violenza sessuale ai danni di suore è un reato diffuso nel mondo, episodi molto simili sono emersi in Europa, in Africa, in Asia e in Sud America e diversi sono i casi raccolti dall’Associated Press. Nel 2000, mentre stava confessando i propri peccati, il prete approfittò di lei a metà del sacramento. Questo episodio e un altro solo un anno dopo, costrinsero la suora a non confessarsi più se non dal proprio Padre spirituale che però vive in un altro Paese.

Nel 2013 un sacerdote in Uganda ha scritto ai suoi superiori: “sacerdoti romanticamente coinvolti con sorelle religiose”. In Cile una dozzina di suore appartenenti a una piccola congregazione hanno raccontato alla tv nazionale abusi da parte di preti e di altre suore, e di come i superiori non abbiano fatto niente. Si tratta di fatti accaduti molto tempo fa, spesso raccontati solo dopo che le vittime sono uscite dal clero. Fatti, però, su cui il Vaticano non si esprime spiegando che “spetta ai dirigenti delle Chiese locali sanzionare i sacerdoti che abusano sessualmente delle suore”.

Contents.media
Ultima ora