Finnair pesa i passeggeri all'imbarco: "Per maggiore sicurezza"
Finnair pesa i passeggeri all’imbarco: “Per maggiore sicurezza”
Esteri

Finnair pesa i passeggeri all’imbarco: “Per maggiore sicurezza”

Finnair

La compagnia aerea finlandese vuole controllare se i dati dell'EASA sono ancora validi, e così chiede ai passeggeri di pesarsi prima dell'imbarco.

Oltre al bagaglio alcune compagnie aeree cominciano a pesare anche i passeggeri. E’ quanto sta facendo la finlandese Finnar, anche se l’obiettivo non è certamente quello di imbarcare in stiva le persone più pesanti. L’Agenzia Europea per la Sicurezza nell’Aviazione (EASA) stima infatti, in base ad alcuni calcoli, il consumo di carburante ma anche le misure di sicurezza degli aerei.

I dati dell’Easa

Gli ultimi dati risalgono al 2009 e a quanto pare la Finnar vorrebbe ora capire se tali statistiche sono ancora accurate. In queste settimane, quindi, ai passeggeri che viaggiano con la compagnia aerea finlandese viene chiesto prima dell’imbarco se si vogliono pesare.

La “pesa” infatti non è obbligatoria ma volontaria. Stando a quanto riporta yahoo.com però già duecento passeggeri hanno accettato di buon grado di salire sulla bilancia, anche se per avere risultati statisticamente validi la Finnar dovrà raccogliere almeno duemila dati.

Secondo le statistiche Easa del 2009 un passeggero maschio adulto ha un peso medio di 84 chilogrammi, una donna adulta di 70 chili e un bambino o ragazzo di 35 chilogrammi.

La Finnar sembra però aver già riscontrato come il peso dei passeggeri cambi in base alla stagione, soprattutto per l’abbigliamento più pesante che si porta addosso.

Il peso in business class

Interessante inoltre il fatto che, stando a quanto riporta mondoaeroporto.it, il peso sembra che vari anche in base alla classe di viaggio. In business class gli uomini pesano di più rispetto a quelli che volano in economy, mentre per le donne è l’esatto contrario.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche