Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Venezuela, bimbo di 7 anni muore di polmonite
Esteri

Venezuela, bimbo di 7 anni muore di polmonite

Venezuela, bimbo di 7 anni muore di polmonite

Un bimbo di 7 anni è morto di polmonite in Venezuela perché in ospedale non ci sono le medicine. La mamma pubblica un video di denuncia.

Morto perché in ospedale non c’era il farmaco. La mamma del piccolo Frandyson è stata costretta a guardare il suo bambino morire per una polmonite. Come riferisce anche Leggo, poco prima di Natale, il bambino aveva avuto una violenta crisi respiratoria a cui sono seguiti 5 attacchi cardiaci che gli sono stati fatali. Ora la mamma si dice pronta a dare battaglia per quanto accaduto a suo figlio, perché altre famiglie non possano subire quello che ha dovuto patire lei. La denuncia della donna si rivolge direttamente alla condizione di estrema povertà in cui versa il Venezuela dall’insediamento di Nicolàs Maduro. Le strutture sanitarie non hanno i fondi per potersi permettere dei farmaci e così non sono in grado di intervenire con efficacia per aiutare i pazienti.

Bimbo morto di polmonite

In ospedale non c’era il farmaco. La polmonite è una patologia che colpisce spesso i pazienti più giovani: secondo il sito di Nurse24, in particolari contesti la polmonite può rivelarsi devastante, al punto da richiedere un tempestivo intervento farmacologico per assistere il paziente.

Nel caso del piccolo Frandyson, però, l’ospedale non era fornito dei principali medicinali per contrastare la patologia, perché privo di fondi per i rifornimenti. La mamma del piccolo non si è arresa, allestendo una vera e propria campagna per recuperare la somma richiesta: pochi euro. Purtroppo non è stato fatto abbastanza: il bambino ha avuto una crisi respiratoria e non ce l’ha fatta.

La mamma del bimbo

Su Twitter, la mamma di Frandyson ha rotto il silenzio. La donna è stata ripresa in un video dove ha attaccato l’inattività da parte della politica per risolvere questo grave problema. In passato, la mamma di Frandyson aveva cercato di parlare con il Ministro della salute. L’onorevole stava visitando i bambini per consegnare loro dei giocattoli. Non appena la donna ha cercato di parlargli, qualcuno l’ha allontanata. Oggi, nonostante il profondo lutto di suo figlio morto di polmonite, la mamma di Frandyson si dice disposta ancora a combattere per cambiare le cose: “Ci sono molte donne nella mia stessa situazione ma hanno paura a denunciare perché temono che dimettano i loro bambini o non gli permettano di vederli”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Andrea Danneo
Andrea Danneo 628 Articoli
Palermitano di nascita, milanese acquisito, ho iniziato a scrivere di Rugby e di Basket sul web. Dopo una bella esperienza in un sito di informazione locale, mi sono laureato in Lettere moderne a Milano e ho concluso la mia formazione alla scuola di Giornalismo dell'Università Cattolica. Lettore di libri incallito, inseguo il sogno di raccontare le piccole e grandi storie, sia in forma scritta, sia in video.