×

Libano, si da fuoco perchè non riesce a pagare la scuola della figlia

In Libano un uomo si è dato fuoco perchè non riusciva a pagare la retta scolastica della figlia, e l'istituto si rifiutava di darle il diploma.

A Beirut, Libano, un uomo si è dato fuoco per protestare contro le tasse scolastiche che avrebbe dovuto pagare per poter ottenere il diploma scolastico della figlia. Nel paese dei Cedri sono infatti moltissimi i bambini a frequentare scuole private, perchè i genitori ritengono le strutture pubbliche non in grado di offrire una formazione adeguata. E per poter iscrivere i propri figli in questi istituti sono pronti ad investire enormi quantità di denaro.

Il motivo del tragico gesto

E proprio perchè non sarebbe stato in grado di pagare l‘alta retta che George Zreik, nella giornata di sabato 9 febbraio 2019, avrebbe preso la sua decisione. Cospargendosi quindi di benzina, e dandosi fuoco in una località situata a nord del paese, nel distretto di Kura. Un gesto maturato, stando a quanto appreso dalla testata giornalistica Lebanondebate, dopo aver ricevuto la notizia che il preside della scuola della figlia si era rifiutato di consegnare il diploma alla figlia.

La quale aveva appena concluso il ciclo di studi secondario, in un diniego che trova le proprie basi proprio in problemi sorti con il pagamento della retta.

Organizzato un sit-in di protesta

Dopo il terribile gesto, alcuni membri della società civile dell’ex mandato francese hanno organizzato un sit-in di protesta di fronte alla sede del Ministero della Pubblica Istruzione. Una manifestazione attraverso la quale esprimere solidarietà alla famiglia di Zreik. Oltre che per richiedere un intervento delle autorità, volto proprio alla regolamentazione dei prezzi delle scuole private, ormai considerati fuori controllo.

Alla cerimonia funebre era presente Joyce Gemayel, moglie dell’ex presidente del paese Amine Gemayel, capo del partito delle Falangi Libanesi in carica dal 1982 al 1988, e madre degli uomini politici Pierre Amine e Samy Gemayel, entrambi assassinati nel corso degli anni.

Leggi anche