UK, ubriaco picchia a sangue la compagna e cerca di cavarle gli occhi
UK, ubriaco picchia a sangue la compagna e cerca di cavarle gli occhi
Esteri

UK, ubriaco picchia a sangue la compagna e cerca di cavarle gli occhi

Kevin Owen cittadino del Regno Unito, in preda all'alcool, picchia a sangue la compagna. Cercando anche di cavarle gli occhi con un manico di scopa

Ennesima storia di amore malato che questa volta giunge dal Regno Unito. La vittima è Samantha Jenkins, 33enne miracolosamente salvatasi dalla furia dell’ex fidanzato Kevin Owen. Che in preda all’alcool e ad un attacco di gelosia aveva brutalmente picchiato la ragazza, cercando addirittura di cavarle gli occhi con il manico di una scopa.

Il racconto di Samantha

La ragazza, secondo quanto riportato dal Daily Mail, era convinta che il fidanzato fosse una persona amorevole. Ma quando hanno iniziato a convivere, nel giro di poco è stata costretta a ricredersi. Il compagno ha infatti cominciato a diventare geloso, aggressivo e polemico. Ma Samantha racconta di essersi fatta andare bene i suoi difetti. Almeno fino alla notte della folle aggressione.

La sera dell’aggressione

Quella sera, ricorda la ragazza, i due erano stati in compagnia di un amico di lei, che li aveva raggiunti presso la loro abitazione per bere qualche cosa assieme. Ad un certo punto, prosegue Samantha, “Kevin è diventato geloso, e ha cominciato a discutere con me”. L’amico ha lasciato l’abitazione, e a quel punto è scattata l’aggressione.

Il compagno ha quindi cominciato a “Colpirmi con tutto quello che gli capitava a tiro”. Oltre ad essere centrata in pieno viso da un portacenere di vetro – che le ha rotto i due incisivi frontali – il fidanzato ha utilizzato “Uno specchio per colpirmi ripetutamente in testa, per poi cominciare a colpirmi con il manico di una scopa”. “Mi colpiva così forte”, ricorda la ragazza, “Che il manico si è rotto”. Ed e stato a quel punto che l’uomo ha cercato di cavarle gli occhi. Fortunatamente però, grazie alla resistenza opposta dalla ragazza che lottava per avere salva la vita, senza riuscirci.

La paura del ritorno dell’ex fidanzato

L’aggressione era avvenuta nel 2014, e l’allora fidanzato Kevin Owen – ritenuto colpevole di aggressione premeditata – era stato condannato a nove anni di reclusione. Ma a causa di una riduzione della pena, il suo rilascio è stato anticipato al mese di maggio del 2019, e Samantha teme ora che l’ex compagno possa tornare a farle del male. “Non è giusto che dopo quello che mi ha fatto possa tornare nel paese dove vivevamo”, spiega ai giornalisti. Ai quali racconta delle infinite difficoltà relazionali che da allora deve affrontare, perseguitata dalla paura di non potersi fidare di nessuno.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche