×

Brasile, deputata insultata per la scollatura in Senato

Ana Paula Da Silva è stata insultata sul web per la scollatura profonda con cui si è presentata alla sua prima seduta in Senato.

scollatura deputata brasiliana 768x403

“Prima sessione legislativa dell’anno, adesso è ora di tirarsi su le maniche e lavorare”. A scriverlo, sul proprio profilo Instagram, è la deputata brasiliana Ana Paula Da Silva, eletta al Senato di Santa Caterina tra le fila del Partito Democratico Laburista. Nella foto che la ritrae durante la prima seduta, la “Deputada Paulinha”, come si fa chiamare sui social, è immortalata mentre indossa un vestito rosso provocante e dalla scollatura profonda.

Poco adatta, hanno sottolineato in molti, a un contesto formale come quello del Senato.

La scollatura della deputata

Tra i commenti al post si leggono frasi come “Questa scollatura mi ha fatto interessare alla politica come mai prima d’ora” e “Fuoco, fuoco, sommossa”. In molti, sul web ma non solo, hanno descritto la Da Silva come scandalosa, volgare e inappropriata. Secondo quanto riportato dal portale Extra.globo, la deputata ha chiesto pubblicamente che gli autori di tali commenti offensivi vengano individuati e puniti.

“Essere criticati nella vita pubblica è qualcosa di normale e atteso” e al quale è abituata, ha dichiarato, essendo stata precedentemente eletta sindaco di Bombinhas per due mandati consecutivi. “Ma mi sono sentita psicologicamente violentata“. Nonostante le critiche, in un’intervista, riportata da Leggo, ha dichiarato che “continuerò a indossare quello che mi piace. Non intendo cambiare per compiacere nessuno”.

il secondo post della deputata

“Non cambierò il mio modo di essere”

La deputata ha poi pubblicato un secondo post sulla propria pagina Instagram ufficiale. In una foto, ha ricordato i maggiori successi della sua carriera. “Questa è una piccola parte della mia storia, per quelli che non mi conoscono”, ha spiegato. “Come mi piace vestirmi non ha nulla a che fare con il mio lavoro. Non cambierò il mio modo di essere perché ora sono una deputata”. Il post è stato accompagnato da hashtag che invitano a “più amore per favore” e “più donne in politica“.

Giornalista pubblicista classe 1994, nata in provincia di Monza e Brianza, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Lisa Pendezza

Giornalista pubblicista classe 1994, nata in provincia di Monza e Brianza, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora