×

New York, “El Chapo” giudicato colpevole, ora rischia l’ergastolo

La Corte Federale di Brooklyn ha giudicato Joaquin El Chapo Guzman colpevole di tutte le accuse a lui imputate. Ora il boss rischia l'ergastolo

el chapo condannato 768x432

Colpevole: questo il verdetto che i 12 giurati della Corte Federale di Brooklyn hanno emesso, al termine di una camera di consiglio durata cinque giorni, nei confronti di Joaquin “El Chapo ” Guzman Loera, considerato il capo del cartello di Sinaloa.

Un processo durato tre lunghi mesi, durante i quali la sede del tribunale è stata sorvegliata da cecchini posizionati nei palazzi adiacenti, e da cani addestrati al riconoscimento di esplosivi, e al termine del quale la giuria – composta da otto donne e quattro uomini – ha riconosciuto il narcotrafficante 61enne colpevole di tutti i dieci capi di accusa di cui era imputato. Che spaziano dall’associazione a delinquere nell’ambito della criminalità organizzata, al traffico di droga, al riciclaggio, al traffico e uso di armi da fuoco.

Sentenza attesa per il mese di giugno

Toccherà ora al giudice emettere la sentenza. Che, con lo spaccato sulla vita e la persona dell’imputato emerso attraverso le 56 testimonianze ascoltate nel corso del processo, difficilmente potrà essere diverso dall’ergastolo. Una condanna che dovrà scontare in un carcere federale di massima sicurezza, dal quale è molto difficile che riesca a replicare una di quelle evasioni che nel corso degli anni hanno contribuito a generare il mito di “El Chapo”.

La fine di una carriera criminale

Sfuggito alla giustizia messicana una prima volta nel 2001 utilizzando un carrello della lavanderia, nel 2015 ha replicato fuggendo dal carcere attraverso un tunnel scavato fino sotto al piatto della doccia della sua cella. Una fuga però durata poco, al termine della quale è giunta l’estradizione verso gli States. E verso una condanna che metterà la parola fine alla carriera del pericoloso boss del cartello di Sinaloa.

Contents.media
Ultima ora