Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Il marito muore in ospedale: lei vuole un risarcimento per il mancato sesso
Esteri

Il marito muore in ospedale: lei vuole un risarcimento per il mancato sesso

Il marito muore a causa di un errore dei medici nel corso di una operazione chirurgica. La vedova vuole ora essere risarcita per il mancato sesso.

Il marito muore a causa di un errore dei medici. E per questo motivo una giovane madre di 4 figli, pur avendo già ricevuto dall’ospedale un risarcimento superiore ai 6 Milioni di Euro, richiede ora altri 740.000 Euro per l’esaurimento nervoso da lei affrontato. Oltre che come risarcimento per il mancato sesso con il defunto coniuge.

Il decesso dovuto a un intervento chirurgico

Jamie Finnegan, marito di Cara Finnegan, nel corso del 2012 era infatti rimasto vittima di un intervento chirurgico andato a finire male. Rimasto paralizzato, l’uomo è morto nel giro di qualche mese. La giustizia australiana ha quindi ritenuto responsabili i medici dell’ospedale di Brisbane che avevano avuto in cura l’uomo, condannando la struttura ospedaliera al pagamento di un rimborso di 10 Milioni di Dollari Australiani, l’equivalente di circa 6.310.000 Euro. Soldi che verranno divisi tra i 4 figli della coppia, ai quali potranno però accedere solo una volta aggiunti i 25 anni di età.

Un risarcimento per il mancato sesso

Una cifra evidentemente però non giudicata sufficiente dalla famiglia della vittima.

In particolare dalla moglie, secondo la quale l’ospedale dovrebbe ora rimborsarla anche per l’esaurimento nervoso che le è venuto in seguito alla perdita del marito: ritrovatasi a dover affrontare da sola il compito di crescere e mantenere i 4 figli, senza nemmeno poter contare sul sesso con il marito per scaricare scaricare la tensione delle difficili e lunghe giornate di mamma.

Una cifra, secondo la madre del defunto marito Jamie, che non sarebbe nemmeno così elevata. La donna, pur scherzando sulle parole utilizzate dalla moglie nella richiesta di risarcimento infatti, ai giornalisti di Curent Affair ha spiegato che “Se si parla di diritti coniugali, lui dovrebbe essere valutato almeno 3 Milioni, è uno stallone italiano”.

L’offerta dell’ospedale

L’ospedale, andando parzialmente incontro alle richieste della donna, le avrebbe offerto l’equivalente di 18.900 Euro. Una cifra giudicata però insufficiente, e per questo motivo da lei rifiutata. Una cifra che la vedova non è disposta ad accettare.

E infatti torna alla carica, affermando ora che “Ognuno dei nostri familiari dovrebbe avanzare una richiesta di risarcimento”. Un risarcimento secondo lei dovuto, perchè”Nessuno di loro si è mai scusato, e a nessuno di loro è mai importato nulla di Jamie, e hanno continuato a fargli del male e a farlo soffrire”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche