Arrestano pedofili ma polizia tedesca perde tutti i file sequestrati | Notizie.it
Arrestano pedofili ma polizia tedesca perde tutti i file sequestrati
Esteri

Arrestano pedofili ma polizia tedesca perde tutti i file sequestrati

pedofili polizia

La Germania è scossa dallo scandalo di Elbrinxen. Tre pedofili sono stati arrestati ma i video e le foto che li incastravano sono andati perduti.

Lo scandalo degli abusi su minori di Elbrinxen scuote tutta la Germania.Finora sono state identificate 31 vittime mentre tre i pedofili sono stati tratti in arresto, un 56enne, un 48enne e un 33enne. La loro permanenza in carcere però rischia di durare ben poco.

Perse tutte le prove

Dopo l’arresto la polizia tedesca aveva sequestrato migliaia di file tra video e foto che incastravano gli autori delle violenze. I tre sospetti pedofili infatti stupravano i bambini, di un’età compresa tra i 4 e i 13 anni, per mettere poi in commercio materiale pedopornografico.

La valigetta contenenti tutti i cd e i dvd, ovvero le prove schiaccianti del crimine, è stata però misteriosamente smarrita. Sotto accusa le forze di polizia del Nord Reno-Vestfalia anche perché si è scoperto che gli agenti si sarebbero accorti della sparizione della valigetta già il 30 gennaio 2019. Per timore delle inevitabili conseguenze, però, nessuno aveva denunciato l’accaduto.

Il fallimento della polizia

“Tutto questo mi lascia stordito.

È un disastro. È un fallimento della polizia. Tali errori non devono mai accadere. Alle vittime e alle loro famiglie posso solo dire che mi dispiace tanto e che mi scuso per quanto accaduto” commenta il ministro dell’Interno tedesco del Nord Reno-Vestfalia.

Oltre a perdere i file, infatti, la polizia non ha avuto nemmeno l’accortezza di creare delle copie. Stando a quanto riporta radiolippe.de, “nel complesso erano stati sequestrati attorno ai 15 terabyte tra foto e video. Di questi, attualmente rimangono in mano agli inquirenti non più di 0,7 terabyte”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche