×

Corea del Nord: al via nuovo vertice Trump-Kim

Ha preso il via ad Hanoi, Vietnam, il secondo meeting tra Trump e il leader Nordcoreano Kim Jong-un. Obbiettivo: la denuclearizzazione della penisola

vertice trump kim 768x510

Il secondo vertice tra il Presidente Trump e il Leader Nordcoreano Kim Jong-unSarà un successo”. Così almeno pensa l’inquilino della Casa Bianca, ospite in questi giorni ad Hanoi proprio per due giorni di incontri con il dittatore di Pyongyang.

Trump ha nuovamente ripetuto che La Corea del Nord “Ha un potenziale economico senza limiti”. Oltre ad affermare di nutrire una certa “Impazienza” di poter incontrare Kim, e di considerare “Un onore essere con lui”. Il primo incontro tra i due era previsto per le 18.30 ora locale, ossia le 12.30 In Italia. Un meeting privato della durata di 20 minuti, ad anticipare la cena aperta ai collaboratori più stretti.

Il meeting tra le due delegazioni

Ad accompagnare il Presidente americano in questo incontro, che fa seguito al primo Meeting tenuto a Singapore lo scorso giugno, un nutrita delegazione, composta dal Segretario di Stato Mike Pompeo e il Direttore dell’Ufficio per la Gestione e il Bilancio Mick Mulvaney. Assente invece il consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton. Pur essendo giunto ad Hanoi, non prenderà infatti parte ai colloqui, perchè ritenuto un “Falco” dal regime del nord.

Una opinione maturata anche grazie al riferimento di Bolton al “Modello Libico” per ottenere la denuclearizzazione completa definitiva e verificabile finora richiesta al regime dalle differenti amministrazioni degli Stati Uniti susseguite nel corso degli anni. Kim sarà invece accompagnato da Kim Yong Chol, ex generale ed ex numero uno dei servizi segreti militari, oltre che dalla influente sorella minore Kim Yo-Jong.

L’obiettivo dei negoziati

Sono però attesi per la giornata di giovedì 28 febbraio 2019 i negoziati più intensi.

Una serie di incontri nel corso dei quali si cercherà una soluzione condivisa all’annoso problema del nucleare, oltre che il raggiungimento di un trattato di pace tra le due coree, e un programma di de escalation e disarmo lungo il confine del 38° Parallelo.

Colloqui durante i quali è fortemente improbabile che il leader nordcoreano si dichiari disponibile ad una completa, irreversibile e verificabile denuclearizzazione, così come originariamente richiesto dalla comunità internazionale, Stati uniti in testa. Bisognerà quindi attendere lo svolgersi degli incontri fissati per i prossimi giorni, per capire se le parti troveranno un accordo su un percorso condiviso. Un accordo il cui obiettivo finale consiste nella pacificazione della penisola coreana, e nella sua completa denuclearizzazione.

Contents.media
Ultima ora