×

Elizaveta Peskova: la figlia del portavoce di Putin all’Europarlamento

Desta preoccupazione la presenza della figlia del portavoce di Vladimir Putin all'Europarlamento, come stagista del deputato francese Chauprad.

Figlia portavoce di Putin all'europarlamento
Figlia portavoce di Putin all'europarlamento

È polemica per la notizia, riportata dall’Ansa, dell’impiego offerto dall’Europarlamento alla figlia di Dmitry Peskov, il portavoce di Vladimir Putin. Secondo quanto dichiarato dai rappresentanti della stessa Eurocamera, Elizaveta Peskova, 21 anni, sta completando uno stage presso il team di Aymeric Chauprad, deputato francese membro di Les Français Libres ed ex politico del Front National.

Il suo partito fa parte del gruppo Efdd, in cui compare anche il M5S e il partito indipendentista britannico. Il timore generato dalla presenza di Elizaveta nasce dai difficili rapporti che intercorrono tra la Russia e Bruxelles in questo momento, con tensioni giunte fino all’aperto scontro politico.

I timori dell’Ue

Appare dunque giustificata la preoccupazione degli Stati membri dell’Unione, dal momento che Elizaveta sembra potersi muovere in piena libertà tra le aule di Bruxelles e Strasburgo, riporta Libero, presenziando a Commissioni e sedute della Camera.

Radio Free Europe ha espresso il timore che la ragazza possa prendere parte ai vertici dei singoli partiti politici. L’Europarlamento ha però assicurato che la figlia del portavoce di Putin non ha accesso ad alcuna informazione sensibile. Inoltre, si apprende dall’Ansa, la responsabilità per la sua assunzione non ricade sulla Camera ma sul solo parlamentare che ha deciso di accettarla all’interno del suo team.

La risposta di Chauprad

Chauprad si è difeso sottolineando come la stagista goda di tutti i diritti riconosciuti agli altri studenti che hanno trovato un impiego presso l’Europarlamento. Nel corso di un’intervista rilasciata all’AP, il deputato ha assicurato che “il Parlamento europeo ha convalidato il contratto” e che “tutte le procedure sono state rispettate”. Ha inoltre garantito di non aver affidato alla ragazza alcun dossier legato alla Russia. Attualmente, Elizaveta starebbe lavorando sulle relazioni tra l’Ue e alcuni Stati africani, in particolare Senegal e Marocco.

Non è però un mistero, ricorda Libero, che Chauprad sia a favore dell’annessione della Crimea alla Russia. Senza contare che il deputato è membro (oltre che della Commissione agli affari esteri e della Sottocommissione per la sicurezza e la difesa dell’Europarlamento) della Delegazione alla commissione di cooperazione parlamentare UE-Russia. Una coincidenza che appare singolare e sospetta agli occhi degli altri deputati.

Lo stage di Elizaveta, iniziato a novembre 2018, dovrebbe concludersi alla fine di aprile.

Contents.media
Ultima ora