Australia, è giallo sul ritorno dell’ambasciatore italiano a Canberra
Esteri

Australia, è giallo sul ritorno dell’ambasciatore italiano a Canberra

Stefano Gatti

A meno di un anno dalla sua nomina, l'ambasciatore Stefano Gatti rientra a Roma. Nel 2018 Fincantieri perse una grossa commessa in Australia.

E’ un piccolo giallo la fine dell’improvviso mandato dell’ambasciatore italiano in Australia, Stefano Gatti, che lunedì 25 febbraio 2019 ha lasciato Canberra per tornare a Roma, rimettendo di fatto il proprio mandato. Gatti, nato a Novara nel 1963, ha iniziato la propria carriera diplomatica nel 1990. Era stato nominato ambasciatore d’Italia a Canberra nel marzo 2018, succedendo a Pier Francesco Zazo.

Rientro per “motivi personali”

Stando a quanto riporta il sito australiano Sbs.com, Stefano Gatti è rientrato quindi in Italia a meno di un anno dalla sua nomina. L’uscita è avvenuta in sordina, senza annunci ufficiali. SBS.com ha chiesto spiegazioni all’Italia in merito a tale decisione.

Un portavoce dell’ambasciata ha confermato la notizia, limitandosi però a riferire che Stefano Gatti ha preso tale decisione in base a “motivi personali”. Il diplomatico continuerà a lavorare presso la Farnesina, a Roma.

Sempre SBS.com riferisce che la prima parte del mandato di Gatti come ambasciatore “è stata contrassegnata dalla conclusione di un’offerta multi miliardaria per costruire la nuova flotta di navi da guerra dell’Australia”.

Il contratto perso da Fincantieri

Il contratto da 35 miliardi di dollari però non è stato chiuso dall’italiana Fincantieri ma dalla britannica BAE Systems.

All’epoca l’ambasciatore rimase molto deluso per la conclusione di questa vicenda, tanto che il quotidiano “Il Globo” citò Stefano Gatti che, riferendosi alla gara d’appalto, disse: “E’ stata un’occasione persa per l’Australia”.

Qualche tempo dopo, la visita del presidente italiano Sergio Mattarella in Australia è stata cancellata. Francesco Giacobbe, senatore che rappresenta l’elettorato italiano che vive in Australia, puntualizza però che molto più probabilmente il rientro di Gatti è davvero dipeso da motivi personali.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Paola Marras
Di origine sarda ma nata e cresciuta a Roma. Dopo la maturità classica ho studiato "Scienze politiche" all'Università La Sapienza. Scrivo quotidianamente sul web per testate e blog dal 2006, giornalista dal 2009. Mi sono sempre occupata di servizi di approfondimento e d'inchiesta, alcuni scelti come fonte di Wikipedia, di libri e testi universitari mentre altri sono stati tradotti all'estero. Autrice anche di qualche scoop. Dal 2018 lavoro a tempo pieno per Notizie.it. Progettista Web e "Tecnico Superiore per la Comunicazione e il Multimedia", ho una profonda conoscenza del mondo internet e per questo non sono sui social.
Contatti: Mail