×

Somalia, attentato terroristico a Mogadiscio: è strage di civili

Attacco terroristico nel centro di Mogadiscio, in Somalia. A un attacco kamikaze è seguita una vera e propria guerriglia urbana: almeno 29 morti.

Somalia, attentato terroristico a Mogadiscio: decine di morti
Esplode una bomba in un hotel a Mogadiscio: in aumento le vittime

Sono state ventiquattro ore di guerriglia, in pieno centro città a Mogadiscio, capitale dello Stato africano della Somalia. Militanti del gruppo jihadista al-Shabaab hanno tenuto in scacco le forze di polizia dalle ore 21 di giovedì 28 febbraio fino alla sera di venerdì 1 marzo.

Si contato in tutto almeno 29 morti e 80 feriti. I testimoni raccontano scene di guerriglia urbana: prima lo scoppio di un’autobomba e poi una vera e propria battaglia a colpi di armi automatiche e granate contro le forze dell’ordine e l’esercito nei pressi dell’hotel Maka al-Mukarama.

Ventiquattro ore di attentato a Mogadiscio

Come riporta l’Agi, l’attacco terroristico è iniziato alle 21 di giovedì 28 febbraio.

Un’autobomba azionata da un kamikaze è esplosa davanti all’ingresso dell’hotel Maka Almukarama, frequentato da funzionari del governo somalo. L’hotel si trova nel pieno centro della città, in una zona spesso affollata e ricca di ristoranti e negozi. Poco dopo l’esplosione sono usciti da un camion cinque uomini armanti che hanno cercato di fare irruzione nell’albergo; non riuscendo nell’operazione si sono barricati in un edificio vicino.

Dall’edificio gli jihadisti hanno continuato a sparare, difendendosi dai soldati che cercavano di porre fine al loro attacco. Mentre l’esercito cercava di catturare gli attentatori, sono cominciati i soccorsi dei feriti sul posto. Poco meno di ventiquattr’ore dopo l’inizio dell’attentato, le forze speciali somale hanno annunciato di “aver ucciso tutti i terroristi“. All’interno dell’edificio sono stati rinvenuti i cadaveri di altre vittime. Le forze Usa informano che sono almeno 26 gli uomini del commando Shabaab uccisi, due invece i soldati somali morti nel tentativo di sventare l’attacco. Sembra che i terroristi avessero preso dei civili in ostaggio, e che per questo motivo le operazioni delle forze di sicurezza siano procedute con estrema cautela.

I precedenti

Il gruppo jihadista al-Shabaab o “Movimento di Resistenza Popolare nella Terra delle Due Migrazioni” è attivo principalmente in Somalia a partire dal 2006. Non si tratta del primo attentato su larga scala messo in atto da al-Shabaab a Mogadiscio. Nel 2017 i terroristi hanno messo in atto un attentato che è costato la vita a 300 persone.

Nata a Milano, classe 1994, laureata in Lettere. Ha collaborato con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marta Lodola

Nata a Milano, classe 1994, laureata in Lettere. Ha collaborato con Notizie.it.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora