Regno Unito, trovata morta produttrice cinematografica | Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Regno Unito, produttrice cinematografica trovata morta in giardino
Esteri

Regno Unito, produttrice cinematografica trovata morta in giardino

produttrice cinematografica morta

La produttrice cinematografica trovata morta. La polizia ha avviato le indagini, interrogando i vicini per ottenere le prime informazioni sulla vicenda.

Laureline Garcia-Bertaux, di lavoro faceva la produttrice cinematografica. Nelle sue produzioni hanno lavorato artisti come Joan Collins e Sheridan Smith. Da giorni nessuno aveva più sue notizie. L’ultima volta, era stata vista sabato 2 Marzo 2019, presso un supermercato della zona in cui abitava. Il suo corpo è stato ritrovato mercoledì 7 Marzo 2019, in una fossa scavata all’interno di un giardino di Richmond nel ricco sobborgo di Kew, a meno di 3 chilometri da casa sua, a Londra, in Inghilterra.

Ora si indaga per omicidio

L’appello circa la scomparsa della donna risale a lunedì 4 Marzo 2019, lanciato da Scotland Yard dopo che la produttrice non si era presentata a lavoro, fatto questo, descritto come “fuori dal personaggio”. La polizia ha interrogato i vicini per cercare di avere qualche informazione sulla vicenda. Uno di loro, Bob Bassett, 75 anni, ha dichiarato: “Era tranquilla, la vedevo sempre da sola”. Un altro ancora ha detto di aver “di tanto in tanto” visto un uomo far visita alla donna, aggiungendo che comunque, ultimamente, l’aveva vista raramente.

Le indagini della polizia britannica ora trattano più della scomparsa della donna: ora si indaga per omicidio.

La giovane donna era nata il 25 Novembre 1984 ad Aix-en-Provence, nel sud della Francia. Dopo aver trascorso un periodo in Corsica, nel 2009 decise di trasferisi a Londra per inseguire il sogno di diventare regista e sceneggiatrice. Da Gennaio 2019 prestò servizio presso la media Golin company, mentre in precedenza aveva fondato i Black Balloons Studios, una società di produzione video situata nella capitale inglese.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche