Usa, turbolenza sul volo Istanbul-New York: decine di feriti | Notizie.it
Usa, paura in volo per una turbolenza: 30 feriti
Esteri

Usa, paura in volo per una turbolenza: 30 feriti

turbolenza volo

Una forte turbolenza ha colpito un velivolo diretto a New York. 30 i feriti che hanno avuto bisogno delle cure mediche.

Un volo operato dalla Turkish Airlines è stato colpito da una forte turbolenza. A bordo si è scatenato il panico e 30 persone sono rimaste ferite. Il velivolo era decollato da Istanbul ed era diretto a New York, ma, 45 minuti prima dell’atterraggio, previsto all’aeroporto J. F. Kennedy, il Boeing è incappato in una forte turbolenza. Il portavoce dello scalo, Steve Coleman, ha fatto sapere che, all’atterraggio, i feriti sono stati soccorsi da alcune ambulanze, già pronte sulla pista. Avrebbero riportato contusioni, tagli e lividi e sono stati poi trasferiti al Jamaica Hospital Medical Center e al Queens Hospital Medical Center.

Panico in volo

Stando alle prime informazioni, a bordo del velivolo diretto a New York viaggiavano 300 persone. Come riportato dall’Ansa, 30 di loro sarebbero rimasti feriti a causa della turbolenza che ha colpito l’aeromobile poco prima dell’atterraggio. A bordo si sarebbe scatenato il panico, ma, nonostante tutto, l’aereo è riuscito ad atterrare in completa sicurezza al J.

F. K. Sulla pista sono giunti vigili del fuoco e ambulanze, che hanno prestato i primi soccorsi ai contusi e a tutti i passeggeri, spaventati per l’accaduto. La notizia è stata confermata dalla compagnia aerea attraverso un comunicato: “Turkish Airlines conferma che il volo Istanbul-New York è stato colpito da una forte turbolenza circa 40 minuti prima dell’atterraggio. La compagnia, la cui priorità è la sicurezza dei passeggeri, è dispiaciuta per la spiacevole esperienza e sta monitorando le condizioni di salute dei passeggeri rimasti feriti”.

Nessun guasto

La compagnia aerea ha confermato che, a seguito delle verifiche del caso, “non è emerso alcun tipo di guasto tecnico sull’aereo coinvolto nella turbolenza”. Delle 30 persone rimaste ferite, 28 erano passeggeri e 2 risultano essere membri dell’equipaggio. Stando a quanto comunicato dalla Turkish Airlines, tutti sono stati trasferiti in ospedale e 18 di loro sono stati dimessi dopo le prime cure. 10 persone restano invece ricoverate in osservazione in via precauzionale.

Giornata nera per i voli

Quella di domenica 10 marzo può essere considerata una giornata nera per i voli aerei. Poche ore prima della turbolenza che ha colpito il volo della compagnia turca, un altro aereo era stato costretto ad un atterraggio di emergenza all’aeroporto di Newark a causa di “segnali di fumo”. Il boeing della Air Transat, era decollato da Montreal e doveva raggiungere Fort Lauderdale, in Florida. A bordo c’erano 189 passeggeri, ma nessuno avrebbe riportato ferite.

Ben più grave l’incidente aereo avvenuto in Etiopia. Un velivolo della Ethiopian Airlines è precipitato dopo soli 6 minuti dal decollo. Il bilancio è drammatico. Sarebbero infatti morte tutte le 157 persone a bordo, tra cui 8 italiani.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche