Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Usa, paura in volo per una turbolenza: 30 feriti
Esteri

Usa, paura in volo per una turbolenza: 30 feriti

turbolenza volo

Una forte turbolenza ha colpito un velivolo diretto a New York. 30 i feriti che hanno avuto bisogno delle cure mediche.

Un volo operato dalla Turkish Airlines è stato colpito da una forte turbolenza. A bordo si è scatenato il panico e 30 persone sono rimaste ferite. Il velivolo era decollato da Istanbul ed era diretto a New York, ma, 45 minuti prima dell’atterraggio, previsto all’aeroporto J. F. Kennedy, il Boeing è incappato in una forte turbolenza. Il portavoce dello scalo, Steve Coleman, ha fatto sapere che, all’atterraggio, i feriti sono stati soccorsi da alcune ambulanze, già pronte sulla pista. Avrebbero riportato contusioni, tagli e lividi e sono stati poi trasferiti al Jamaica Hospital Medical Center e al Queens Hospital Medical Center.

Panico in volo

Stando alle prime informazioni, a bordo del velivolo diretto a New York viaggiavano 300 persone. Come riportato dall’Ansa, 30 di loro sarebbero rimasti feriti a causa della turbolenza che ha colpito l’aeromobile poco prima dell’atterraggio. A bordo si sarebbe scatenato il panico, ma, nonostante tutto, l’aereo è riuscito ad atterrare in completa sicurezza al J.

F. K. Sulla pista sono giunti vigili del fuoco e ambulanze, che hanno prestato i primi soccorsi ai contusi e a tutti i passeggeri, spaventati per l’accaduto. La notizia è stata confermata dalla compagnia aerea attraverso un comunicato: “Turkish Airlines conferma che il volo Istanbul-New York è stato colpito da una forte turbolenza circa 40 minuti prima dell’atterraggio. La compagnia, la cui priorità è la sicurezza dei passeggeri, è dispiaciuta per la spiacevole esperienza e sta monitorando le condizioni di salute dei passeggeri rimasti feriti”.

Nessun guasto

La compagnia aerea ha confermato che, a seguito delle verifiche del caso, “non è emerso alcun tipo di guasto tecnico sull’aereo coinvolto nella turbolenza”. Delle 30 persone rimaste ferite, 28 erano passeggeri e 2 risultano essere membri dell’equipaggio. Stando a quanto comunicato dalla Turkish Airlines, tutti sono stati trasferiti in ospedale e 18 di loro sono stati dimessi dopo le prime cure. 10 persone restano invece ricoverate in osservazione in via precauzionale.

Giornata nera per i voli

Quella di domenica 10 marzo può essere considerata una giornata nera per i voli aerei.

Poche ore prima della turbolenza che ha colpito il volo della compagnia turca, un altro aereo era stato costretto ad un atterraggio di emergenza all’aeroporto di Newark a causa di “segnali di fumo”. Il boeing della Air Transat, era decollato da Montreal e doveva raggiungere Fort Lauderdale, in Florida. A bordo c’erano 189 passeggeri, ma nessuno avrebbe riportato ferite.

Ben più grave l’incidente aereo avvenuto in Etiopia. Un velivolo della Ethiopian Airlines è precipitato dopo soli 6 minuti dal decollo. Il bilancio è drammatico. Sarebbero infatti morte tutte le 157 persone a bordo, tra cui 8 italiani.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Classe 1995, lodigiana di nascita, grande appassionata di danza, sport e viaggi. Laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano, coltiva da sempre l’interesse per il giornalismo. Dopo aver svolto uno stage nella redazione di un quotidiano locale, da ottobre 2018 collabora con Entire Digital Publishing in qualità di redattrice per Notizie.it.