Si amputa la mano con una sega circolare: arrestata 21enne | Notizie.it
Si amputa la mano con una sega circolare: arrestata 21enne
Esteri

Si amputa la mano con una sega circolare: arrestata 21enne

Una 21enne si amputa una mano usando una sega circolare sperando di ottenere il rimborso dell'assicurazione. Ma viene scoperta e arrestata

Una truffa assicurativa studiata quasi in ogni suo dettaglio quella smascherata dalla Polizia di Lubiana, in Slovenia, che ha arrestato una giovane ragazza di 21 anni accusata di essersi deliberatamente amputata una mano con una sega circolare. Un gesto pensato per incassare i premi di diverse assicurazioni sottoscritte proprio in previsione del raggiro. Ad annunciarlo la stessa polizia della capitale del paese balcanico nel corso della giornata di lunedì 11 marzo.

L’arto amputato usando una sega circolare

Secondo quanto affermato dal portavoce della Polizia Valter Zrinski e riportato dall’agenzia Afp, la donna “Con l’aiuto di un complice, si è amputata deliberatamente la mano a livello del polso con una sega circolare, nella speranza di farlo sembrare un incidente”. Arto successivamente ricucito dal personale medico dell’ospedale universitario della capitale.

L’obiettivo della coppia erano i risarcimenti

Ad attirare l’attenzione degli investigatori il fatto che la ragazza avesse stipulato ben cinque polizze assicurative nel periodo immediatamente precedente al finto incidente. A muovere la giovane il suo complice la possibilità di ottenere un risarcimento da 380 mila Euro.

Cifra alla quale si sarebbe sommata una pensione di invalidità di ben 3000 Euro mensili.

La coppia ora in attesa di giudizio

La 21enne e il suo complice, un parente 29enne con precedenti per frode, sono ora in carcere in attesa di giudizio, e rischiano una condanna fino ad otto anni di reclusione. Sotto inchiesta anche una coppia di complici più anziani, anch’essi appartenenti alla famiglia della ragazza, posti ora sotto la supervisione di un giudice.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche