Baltimora, deraglia treno merci: in 500 senza corrente | Notizie.it
Baltimora, deraglia treno merci: in 500 senza corrente
Esteri

Baltimora, deraglia treno merci: in 500 senza corrente

Incidente ferroviario a Baltimora, il deragliamento di un treno merci ha causato gravi danni e la rottura delle linee elettriche

Grave incidente ferroviario a Baltimora, Maryland, dove il deragliamento di numerosi vagoni di un treno merci ha causato ingenti danni alla rete ferroviaria e l’interruzione della fornitura corrente per alcune ore. L’incidente è avvenuto nel corso del pomeriggio di venerdì 15 marzo 2019, e stando a quanto diffuso dalle autorità non ci sarebbero vittime o feriti. Da quanto rilevato, i container coinvolti sarebbero tutti risultati vuoti, scongiurando quindi il rischio di contaminazione dell’ambiente.

L’incidente non lontano dalla stazione di Baltimora

Il treno è deragliato percorrendo una curva non distante dalla principale stazione di Baltimora, che pur passando al disopra di un’area industriale, incrocia una strada molto utilizzata sia da ciclisti che da veicoli a motore. É infatti salvo per miracolo un motociclista, fortunatamente solo sfiorato da un palo travolto dai vagoni. Uno dei quali ha poi terminato la sua corsa precipitando in strada.

In un successivo comunicato la compagnia CSX ha confermato l’assenza di contaminazione ambientale e l’intervento dei propri tecnici sul luogo dell’incidente, che saranno ora impegnati con le autorità cittadine nel tentativo di determinare la dinamica del deragliamento di nove vagoni del treno.

Sono invece circa 500 le persone rimaste per circa tre ore senza elettricità a causa dell’interruzione delle linee provocate dall’incidente ferroviario.

L’intervento del Sindaco di Baltimora

Sulla vicenda è intervenuta anche il Sindaco di Baltimora Catherine Pugh, secondo la quale “Stiamo investigando su quali possano essere le circostanze che hanno portato al deragliamento del treno”, annunciando anche l’arrivo di un ispettore dell’amministrazione federale della rete ferroviaria.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche