Usa, consegnato il dossier sul Russiagate | Notizie.it
Usa, Russiagate: Mueller ha consegnato il dossier
Esteri

Usa, Russiagate: Mueller ha consegnato il dossier

mueller

Consegnato il dossier sul Russiagate. La decisione sulla pubblicazione del contenuto spetta ora al ministro della giustizia Barr.

L’inchiesta è durata quasi due anni, ma ora il ministro della giustizia William Barr ha tra le mani il dossier sul Russiagate. Il documento con le conclusioni tratte dal procuratore speciale Robert Mueller è stato trasmesso nel pomeriggio di venerdì. L’inchiesta, che molti hanno paragonato a Watergate, era iniziata nel 2017. Starà a Barr ora decidere se divulgare il contenuto del dossier. La Camera ha votato una risoluzione con cui chiede che il rapporto sia reso pubblico interamente.

Il caso Russiagate

L’indagine iniziò con la nomina di Mueller, ex capo dell’Fbi, repubblicano e rispettato da tutti per la sua professionalità. La sua missione era di accertare se nella campagna elettorale del 2016 il governo russo abbia cercato di interferire e influenzare il voto, e se facendolo abbia aiutato Donald Trump a vincere contro Hilary Clinton. Da capire inoltre se lo staff del candidato repubblicano e lo stesso Trump abbiano saputo di quest’azione, se l’abbiano incoraggiata o se abbiano permesso qualche forma di compensazione.

Le conseguenza

Qualora dovessero esserci le prove di una vera collusione, la Camera potrebbe avviare la procedura d’incriminazione-interdizione di Donald Trump per impeachment.

Nel corso dell’indagine, Mueller ha scoperto diversi reati, motivo per il quale alcuni ex-collaboratori di Trump sono già stati processati e condannati. Gli attacchi continui del Presidente all’indagine, invece, potrebbero averlo esposto a un’incriminazione per ostruzione della giustizia. La Camera, nel frattempo, ha votato all’unanimità perché il rapporto venga divulgato integralmente, anche se la decisione su quanto rivelare al Congresso e al pubblico spetta al ministro.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche