L'appello del Museo di Auschwitz: "Basta selfie, sono offensivi" | Notizie.it
Auschwitz, appello del museo ai visitatori: “Basta selfie offensivi”
Esteri

Auschwitz, appello del museo ai visitatori: “Basta selfie offensivi”

Il museo di Aushwitz rivolge un appello ai visitatori, invitandoli a rispettare il luogo dove si trovano evitando di scattarsi selfie inopportuni.

Il Museo di Auschwitz ha chiesto ai visitatori di essere più rispettosi, dopo un’ondata di immagini pubblicate sui social media che mostrano persone che camminano in equilibrio sui binari del treno che portano al cancello principale, ma non solo.

“Una mancanza di rispetto”

Il museo si è infatti detto preoccupato per la mancanza di rispetto mostrata nei confronti delle persone che, su quei binari, hanno marciato verso la morte dentro il campo di sterminio durante la seconda guerra mondiale. E’ triste infatti che quei binari così legati ad un dramma della storia mondiale, vengano usati come un’opportunità fotografica da instagammer e visitatori che perdono di vista ciò che realmente rappresentano. Il Museo ha usato così la sua pagina Twitter per invitare coloro che postano sui social media a rispettare il ricordo delle molte persone che sono morte lì dentro, affermando che “Ci sono posti migliori per imparare a camminare in equilibrio sui binari, rispetto al sito che simboleggia la deportazione di centinaia di migliaia a la loro morte.

“Il post è accompagnato da una raccolta di immagini che mostrano persone che camminano lungo i binari apparentemente ignari di dove si trovino.

L’appello del museo

Parlando con il Business Insider, l’addetto stampa del museo, Pawel Sawicki, ha affermato che pubblicare foto di persone che non rispettano il sito non era destinato a farle vergognare, ma a sensibilizzare: “Le persone devono essere consapevoli della natura del luogo che visitano “. La ricerca sotto l’hashtag #Auschwitz sulla maggior parte dei siti di social media, come Instagram sopra, dimostra la prevalenza del comportamento a cui il museo si rivolge, con quelli che posano per le immagini che sembrano aver dimenticato ciò che è accaduto nei campi durante l’Olocausto.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Marco Lomonaco
Marco Lomonaco 292 Articoli
Classe 1995, nato a Milano, rhodense d'adozione. Scrive per Notizie.it e collabora con Il Giornale e ilgiornaleOFF.it. Grande appassionato di radio, per sei mesi ha servito "il paese reale" a Radio24 nei ranghi de La Zanzara di Giuseppe Cruciani e David Parenzo.