Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
15enne travolta da un treno mentre scatta un selfie sui binari
Esteri

15enne travolta da un treno mentre scatta un selfie sui binari

Una 15enne di Orsk, nella Russia orientale, è stata fatta a pezzi da un treno in corsa mentre si scattava un selfie sui binari.

Karina Baymukhambetova, 15 anni, è rimasta tragicamente uccisa da un treno in corsa a Orsk, nella Russia europea, anche se il macchinista ha provato ad azionare il freno di emergenza. Il ragazzo che si trovava con lei sui binari invece è riuscito a lasciare i binari prima del passaggio mortale del treno. Poco prima di morire, la ragazza avrebbe detto al suo compagno di avventure spericolate: “Non aver paura di nulla nella vita”.

La dinamica dell’incidente

“Il macchinista ha individuato persone sulla linea ferroviaria e ha suonato vigorosamente il clacson. Ha poi azionato i freni di emergenza del treno ma, purtroppo, non è riuscito a fermarsi in tempo per evitare una tragedia. Il ragazzo che era con lei è riuscito a saltare via dai binari, ma la ragazza non è stata così fortunata ed è stata colpita dal treno che le ha sfracellato il corpo”.

Allerta “selfie pericolosi” in Russia

Sulla morte di Karina sarà presto aperta un’indagine. L’orribile incidente ha portato infatti a un avvertimento da parte delle autorità Russe ai giovani, sulla necessità di applicare una maggiore sicurezza nello scattare selfie e foto.

Denis Khnykin, ispettore di collegamento della polizia dei trasporti, ha detto ai genitori: “Vi chiedo di prestare nuovamente la vostra attenzione e di avvertire i vostri figli. Per favore, ricordate loro che le ferrovie sono un pericolo per la vita. I bambini e gli adolescenti stanno sempre di più ignorando i segnali di pericolo sui binari e sulle ferrovie”. Negli ultimi mesi infatti in Russia, due bambini di 14 anni hanno subito scosse elettriche in incidenti separati dopo aver oltrepassato i binari nonostante ci fosse un divieto molto chiaro. Elena Zaporozhskaya, responsabile delle politiche sociali di Orsk, ha dichiarato: “I bambini devono essere in grado di capire da soli quando qualcosa è rischioso per la loro salute. I genitori invece, devono proteggere la vita e la salute dei propri figli insegnando loro dove si può e dove non si può andare”.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Marco Lomonaco
Classe '95, nato a Milano, vive a Rho. Laureato in filosofia alla Statale, poi masterizzato al Sole 24 Ore. E' vice responsabile di redazione a IlGiornaleOFF, spin-off culturale del weekend e webzine del quotidiano Il Giornale. Scrive per Il Giornale, per il settimanale OGGI e per Notizie.it. Ha lavorato a Radio24 nel team de La Zanzara di Cruciani e Parenzo.
Contatti: Mail