×

Yemen, missile contro ospedale Save the Children: 7 morti

Tra le vittime ci sono quattro bambini e tre adulti. Il missile è stato lanciato da cacciabombardieri della coalizione a guida saudita.

Yemen, missile contro ospedale
Yemen, missile contro ospedale

Un missile ha colpito un ospedale sostenuto dalla Ong Save the Children in Yemen, si apprende dall’Ansa. Il bilancio è di 7 morti, tra cui 4 bambini, e 8 feriti. Altre 2 persone risultano disperse. La notizia è stata diffusa dalla stessa Ong che ha comunicato su Twitter: “Abbiamo appena ricevuto una notizia straziante.

In Yemen l’ospedale che supportiamo nei pressi di Saada è stato colpito da un missile e 4 bambini e 3 adulti sono morti. L’ennesima tragedia a 4 anni dall’inizio del conflitto. Oggi più che mai diciamo #stopthewaronchildren”.

Raid contro un ospedale

Il raid si è verificato intorno alle 9.30 locali (le 7.30 in Italia). Il missile ha colpito un distributore di benzina situato accanto all’ingresso dell’ospedale Kitaf. La struttura si trova a circa 100 chilometri da Saada, una città nel nord-ovest del Paese. Dell’attacco, riporta Repubblica, sono responsabili i cacciabombardieri della coalizione guidata dall’Arabia Saudita. Tra le vittime c’è un operatore sanitario che si trovava nell’ospedale insieme ai suoi due figli, anch’essi morti nell’esplosione.

Hanno perso la vita altri due minori e due adulti.

Helle Thorning-Schmidt, amministratrice delegata di Save the Children, ha commentato: “Siamo scioccati e atterriti da questo attacco oltraggioso. Bambini innocenti e operatori sanitari hanno perso la vita in quello che sembra essere stato un attacco indiscriminato a un ospedale in un’area densamente popolata. Attacchi come questo sono una violazione delle leggi internazionali“.

Rischio epidemia

Resta alto anche il rischio di contagio. Le Nazioni Unite hanno espresso preoccupazione per una possibile epidemia di colera, che ha già contagiato 120mila persone nel paese. Il bilancio dei morti è salito a 234 e sono oltre mille i bambini colpiti nelle ultime due settimane. La mortalità infantile è cresciuta in modo esponenziale a causa della malnutrizione provocata dalla guerra.

Giornalista pubblicista classe 1994, nata in provincia di Monza e Brianza, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Lisa Pendezza

Giornalista pubblicista classe 1994, nata in provincia di Monza e Brianza, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora