×

Influencer picchia il suo cane in ascensore: “Ho problemi di rabbia”

Keevonna Wilson ha patteggiato una pena a 4 anni di libertà vigilata evitando così il carcere. Un video mostra l'aggressione al suo cane.

cane

Ha fatto il giro del web l’aggressione dell’influencer Keevonna Wilson ai danni del suo cagnolino, preso a calci all’interno di un’ascensore. Nonostante le telecamere abbiano ripreso l’intera scena la 26enne non sarà condannata formalmente per maltrattamento di animali.

La modella ha così evitato di finire in carcere patteggiando la pena.

Aggressione in ascensore

“In primo luogo vorrei dire che mi scuso con tutto il cuore con chiunque sia rimasto colpito da quanto ho fatto nel settembre 2017″ scrive su Instagram Keevonna Wilson. “Le azioni da me compiute sono state spregevoli. Io stessa mi sento ferita per quanto è accaduto. Non avrei mai dovuto permettere che i miei problemi con la rabbia venissero sfogati sul mio cane”, spiega quindi la 26enne.

In un primo momento, la modella ha spiegato alle autorità che stava portando il suo cucciolo di Shih-Tzu a fare una passeggiata quando questo l’avrebbe morsa ad una caviglia.

Keevonna Wilson, entrata in ascensore, ha quindi dato diversi calci al cagnolino, che ha tentato rifugio stringendosi in un angolo. La scena è stata ripresa dalle telecamere di sorveglianza installate nell’ascensore, e l’influencer denunciata. I veterinari che hanno esaminato Chastity hanno spiegato che il cane all’inizio era spaventato.

Sul suo corpo sono stati rinvenuti segni di lividi sull’addome e sulla colonna vertebrale. Keevonna Wilson ha patteggiato la pena evitando di essere incriminata per l’accusa di maltrattamento di animali, pagando una multa di 600 dollari e accettando quattro anni di libertà vigilata.

Problema sulla gestione della rabbia

“Non voglio scusarmi per i miei torti. Le mie azioni non sono giustificabili. Molte notti non sono riuscita a dormire e in molte altre ho pianto con il cuore dolorante al solo pensiero delle mie cattive azioni. Ho preso lezioni sulla gestione della rabbia per aiutarmi a risolvere questi problemi” chiarisce quindi su Instagram la modella.

“Ho seguito queste le lezioni perché volevo capire alla radice il perché abbia reagito in modo così orribile. – precisa – Ho picchiato il mio migliore amico (il mio cane) solo per un problema di rabbia”. Keevonna Wilson esorta quindi tutti coloro che affrontano la stessa problematica a chiedere aiuto prima che sia troppo tardi, assicurando anche che da adesso in poi sarà in campo con quelle organizzazioni che aiutano gli animali vittime di abusi.

Contents.media
Ultima ora