×

Scuola britannica vieta l’acqua in classe: è fonte di distrazione

Una scuola britannica ha deciso di vietare bottigliette d'acqua in aula. Secondo gli insegnanti è fonte di distrazione per gli studenti.

scuola

Una particolare regola è stata introdotta in un’istituto scolastico britannico che ha deciso di vietare l’acqua in classe. La scuola ha infatti stabilito che l’acqua rappresenta una fonte di distrazione per gli alunni decidendo di non ammetterla più nelle aule e dando la possibilità agli alunni di bere solamente nelle pause tra una lezione e l’altra e nella pausa pranzo.

Vietata l’acqua in classe

In molte scuole vige l’obbligo di non portare cibo da casa e soprattutto non consumarlo durante le lezioni. Una scuola britannica, la Garstang Community Academy di Preston, ha però introdotto una nuova regola, vietando addirittura le bottigliette d’acqua. Secondo gli insegnati, infatti, bottigliette e contenitori di acqua rappresentano una grande distrazione per i ragazzi. “La presenza di bevande sui tavoli ha recentemente dimostrato di essere una distrazione per alcuni giovani e sta compromettendo il loro apprendimento durante le lezioni” ha fatto sapere la preside dell’istituto, Alasdair Ashcroft.

I reclami degli insegnanti

Dalla dirigenza della scuola hanno spiegato che la misura è stata introdotta dopo diversi reclami da parte degli insegnanti, che notavano una scarsa attenzione da parte degli alunni. Questi ultimi non sono stati ovviamente felici nell’apprendere la novità, essendo ormai abituati a portare in classe le bottigliette potendo bere anche durante le lezioni. Con la nuova regola sarà invece possibile bere solo nelle pause tra le lezioni, come spiegato dalla dirigente: “Si potrà bere prima delle lezioni, durante le pause e all’ora di pranzo.

L’acqua potrà essere comprata in sala mensa o portata via gratuitamente dai tre punti di distribuzione sparsi per la scuola”.

Contents.media
Ultima ora