×

Blocca il pedofilo ma lui lo morde: 60enne perde un dito

Steve Little, 60 anni, fa parte del gruppo di volontari "Catching Online Predators", specializzato nella cattura di sospetti pedofili.

blocca-pedofilo-perde-dito

Steve Little mostra con orgoglio l’esito dello scontro con il pedofilo che, nell’aprile scorso, contribuì ad assicurare alla giustizia. Thomas Jean De-Castle-Lynne, 46enne inglese, è stato condannato a 10 anni dalla Corte di St Albans per una serie di reati tra cui molestie razziali e aggressione intenzionale.

Il sospetto pedofilo era stato fermato da Little e altri volontari di Catching Online Predators, dopo essere stato scoperto online grazie ad uno dei falsi account del gruppo specializzato nella cattura di molestatori. Così, quando De-Castle-Lynn si è recato alla stazione per incontrare la ragazzina 14enne che pensava di aver adescato online, si è trovato di fronte una brutta sorpresa. Little ha raccontato ai media britannici di aver immobilizzato l’uomo a terra per placare la sua furia in attesa dell’intervento dei poliziotti.

Ma nella colluttazione il suo dito è finito nella bocca del sospettato che lo ha ferocemente strappato via.

La trappola

“Insieme ad un collega ci siamo finiti una ragazzina 14enne che ha accettato di incontrare Thomas Jean De-Castle-Lynne – ha raccontato Little ai media locali -. Voleva che ci vedessimo in una stazione ferroviaria e pensava che la ragazza sarebbe venuta da sola, non poteva immaginare che si sarebbe trovato di fronte il nostro gruppo”.

Il 60enne, ex infermiere in pensione, ha dichiarato di essersi unito al gruppo solo un mese prima di quell’incidente. Dopo l’aggressione, i medici dell’Ospedale Lister di Stevenage hanno cercato disperatamente di salvare il mignolo del 60enne, ma alla fine si è resa necessaria l’amputazione. Una piccola perdita paragonata al successo dell’operazione che ha preservato molti altri ragazzini dalle molestie del pedofilo: “I messaggi che ha inviato erano disgustosi – ha infine dichiarato Little -, non vedevo l’ora di consegnarlo alla polizia”.

Contents.media
Ultima ora