×

Uk, Julian Assange verrà espulso dall’ambasciata ecuadoriana

Julian Assange, fondatore di WikiLeaks, rischia di essere espulso dall'ambasciata londinese dell'Ecuador ed estradato negli Usa per subire un processo

assange 768x408

WikiLeaks si schiera apertamente con il suo fondatore, Julian Assange, invitando i suoi sostenitori a inondare l’ambasciata ecuadoregna a Londra, per evitare che si concretizzi l’ultima indiscrezione: ovvero che Julian venga espulso dal consolato, arrestato dalle autorità britanniche ed estradato negli Stati Uniti.

L’appello ai sostenitori

Su Twitter si leggono appelli urgenti ai cittadini, affinché prendano le difese di Assange. Su tutti, quello della madre di Julian Assange, Christine: “Dobbiamo ASSOLUTAMENTE impedire che Julian venga estradato negli Stati Uniti; a tutti i costi!” “Le figure politiche e di intelligence hanno dichiarato che intendono torturarlo e assassinarlo o imprigionarlo per 45 anni per un giornalismo pluripremiato che espone i loro crimini, l’incompetenza e la corruzione”.

Alcune fonti confermano

WikiLeaks ha affermato che due fonti di alto livello all’interno dello stato ecuadoregno hanno confermato che Assange verrà espulso entro poche ore. L’Ecuador userà lo scandalo offshore INA Papers come pretesto per buttare Assange fuori dall’ambasciata; sembra già inoltre che il paese abbia un accordo con il Regno Unito per il suo arresto. I documenti INA sono una raccolta di documenti trapelati grazie a Wikileaks che, tra le altre cose, implicavano anche il presidente Lenin Moreno in uno scandalo di corruzione.

L’Ecuador sospetta anche che WikiLeaks sia recentemente responsabile della condivisione di fotografie private di Moreno sui social media. Assange, che si trova presso il consolato londinese dell’Ecuador dal 2012, rintanatosi per sfuggire ad una “presunta” accusa di stupro, ora teme l’estradizione negli Stati Uniti dove rischia una punizione severissima per il suo lavoro con WikiLeaks.

Alcune fonti smentiscono

Nelle ultime ore, sarebbero giunte voci di smentita da parte di un alto funzionario del governo dell’Ecuador che ha reso noto che ” nessuna decisione è stata presa per espellere Julian Assange dall’ambasciata del Paese a Londra”. Il funzionario smentisce così i post allarmanti su Twitter di Wikileaks.

Contents.media
Ultima ora